3 agosto 2009 / 15:28 / 8 anni fa

PUNTO 1 - Fnm-Trenitalia creano società per trasporto Lombardia

(riscrive con dettagli da conferenza stampa)

MILANO, 3 agosto (Reuters) - Il gruppo Ferrovie Nord Milano (FNMI.MI) creerà con Trenitalia una nuova società per la gestione del trasporto pubblico locale ferroviario in Lombardia.

E’ quanto si legge in una nota di Fnm, in cui si precisa che il Cda del gruppo controllato dalla Regione Lombardia ha dato mandato al presidente Norberto Achille per la creazione della società ‘Trenitalia-LeNord Srl’, che verrà formalmente costituita domani e vedrà la partecipazione paritetica di Fnm e Trenitalia.

La nuova società, nella cui governance Trenitalia e Fnm saranno parimenti rappresentate, non sarà immediatamente operativa, precisa la nota, ma dovrà attendere le necessarie autorizzazioni.

Il progetto, è stato spiegato nel corso di una conferenza stampa, si articola in due fasi. La prima, che durerà circa un anno e partirà nel prossimo autunno, prevede l‘affitto da parte della nuova società dei rami d‘azienda attivi nel trasporto pubblico locale in Lombardia, ovvero LeNord e il servizio regionale di Trenitalia.

Il presidente della Regione Lombardia (a cui fa capo il 57,57% del capitale di Fnm), Roberto Formigoni, ha definito questi dodici mesi “un periodo di fidanzamento”, al termine del quale, se la verifica darà risultati soddisfacenti, nascerà una vera e propria società, alla quale verranno conferiti i rami d‘azienda.

Trenitalia-LeNord avrà sei consiglieri, sarà presieduta da Vincenzo Soprano (AD di Trenitalia Spa), mentre l‘amministratore delegato sarà Giuseppe Biesuz, direttore generale di Fnm.

La nuova società disporrà dal 2010 di circa 375 milioni di euro annui di risorse, rispetto ai 255 milioni attuali.

Il ministero dell‘Economia metterà a disposizione 25 milioni l‘anno per tre anni per gli acquisti di nuovi treni. “Mi auguro si possano fare accordi simili su tutto il territorio nazionale”, ha commentato il ministro Giulio Tremonti.

L‘accordo, ha aggiunto l‘assessore regionale alle Infrastrutture, Raffaele Cattaneo, porterà “più soldi, più servizi, più qualità, più treni” ai pendolari lombardi.

Mauro Moretti, amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, non è stato in grado di dire se l‘aumento delle corse in Lombardia porterà a nuove assunzioni di personale e ha parlato di “verifica dopo un anno”.

Formigoni, infine, ha assicurato che l‘accordo “non avrà ricadute sulle tariffe dei pendolari lombardi”, che avranno “maggiore comfort senza aumenti”.

Per leggere il comunicato integrale della società i clienti Reuters possono cliccare su [ID:nBIA03211].

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below