PUNTO 2 - Italia prezza global bond 3 anni per 2,5 mld dlr

mercoledì 28 maggio 2008 20:30
 

(aggiunge dettagli pricing, commenti Tesoro)

MILANO, 28 maggio (Reuters) - Dopo un'assenza di giusto un anno dal mercato Usa, la Repubblica italiana si appresta a stampare oggi pomeriggio un nuovo bond in dollari dell'ammontare di 2,5 miliardi, superiore quindi ai 2 miliardi ipotizzati inizialmente, a fronte di ordini per oltre 3 miliardi.

Il bond, con scadenza 15 luglio 2011, è stato prezzato nel pomeriggio a 99,689, con una cedola del 3,50% e un rendimento, come nelle attese, di 14 punti base sotto il tasso del midswap, rivisto stamane rispetto ad 'area -13 pb' della prima ipotesi.

Una nota del Tesoro in serata precisa che il rendimento effettivo all'emissione è di 3,605%.

"A differenza degli ultimi mesi finalmente il mercato Usa è tornato a offrire condizioni economicamente a noi favorevoli, tanto che con l'emissione di oggi abbiamo potuto risparmiare quanche punto base in termini di rendimento, rispetto a un'emissione in euro", ha detto Maria Cannata, direttore generale del dipartimento per la gestione del debito pubblico del ministero del Tesoro, in un'intervista a Reuters [nL28372992].

Il Btp a 3 anni benchmark, l'agosto 2010, quotava oggi un rendimento del 4,447%.

L'ultimo Global bond in dollari della Repubblica italiana risale al giugno dello scorso anno, prima quindi dell'inizio della crisi finanziaria internazionale. Un anno fa erano stati collocati 2 miliardi di dollari a 10 anni con una cedola del 5,375% e uno spread sopra Treasuries Usa di 48 punti base.

A guida dell'operazione odierna ci sono Goldman Sachs, JP Morgan e Merrill Lynch.

L'Italia ha rating 'Aa2' per Moody's Investors Service, 'A+' per Standard & Poor's e 'AA-' per Fitch Ratings.