Alitalia, Pd non voterà prestito ponte, procedure ignote-Bersani

martedì 27 maggio 2008 18:35
 

ROMA, 27 maggio (Reuters) - Il Parlamento non può essere preso in giro votando un decreto come quello sul prestito ponte che è ormai stravolto per la trasformazione del prestito in conto capitale e visto che non sono ancora chiare le indicazioni del governo sul futuro di Alitalia AZPIa.MI.

Lo ha detto il ministro ombra per l'Economia Pier Luigi Bersani conversando con i cronisti a margine dei lavori parlamentari.

"Si chiede in Parlamento di votare un provvedimento del governo mentre si stanno cambiando le carte in tavola. Non abbiamo più notizie di soluzioni annunciate come imminenti, vedi la cordata, e in più non si dice nulla delle procedure che si intende seguire", ha detto Bersani.

Secondo l'ex ministro del governo Prodi "picconando la soluzione Air France (AIRF.PA: Quotazione) si è anche vanificata una procedura. Voglio credere che il governo sia consapevole che deve proporne un'altra, obiettiva e trasparente, perché nel mondo di oggi non è più possibile chiamare gli amici e vendergli un bene pubblico".

Sul voto sul decreto per il prestito ponte Bersani conclude che "non ci si può prendere in giro e farci discutere su un testo che non ha più valore perché modificato da un altro".

Il governo ha oggi detto che nel decreto fiscale è stato aggiunto un articolo per trasformare il prestito in conto capitale.