27 giugno 2008 / 12:15 / 9 anni fa

PUNTO 1- Consiglio ministri approva assestamento, milleproroghe

(aggiunge dettagli da nota Palazzo Chigi, Matteoli)

ROMA, 27 giugno (Reuters) - Il consiglio dei ministri di questa mattina ha approvato come atteso l'assestamento di bilancio 2008, il cosiddetto decreto Milleproroghe e le misure di agevolazione per il settore della pesca e dell'agricoltura nell'utilizzo dei carburanti.

Lo ha detto il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli, lasciando palazzo Chigi.

"Sì, abbiamo approvato l'assestamento ed il Milleproproghe, che poi è un poche proroghe: sono solo 4 o 5, e le agevolazioni per i carburanti alla pesca ed all'agricoltura. Abbiamo poi esaminato in via preliminare la legge Comunitaria", ha detto Calderoli.

Il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli ha spiegato in una nota che il decreto milleproroghe prevede anche lo slittamento della entrata in vigore del divieto di ricorrere agli arbitrati nelle controversie fra pubblica amministrazione e imprese fino all'attuazione della riforma del processo civile. Introdotto in Finanziaria 2008 a valere dal primo gennaio, l'entrata in vigore del divieto è slittata al primo luglio con il decreto Milleproroghe del governo Prodi II.

"Dal 1° luglio, pertanto, potrà essere ancora utilizzato questo sistema alternativo di soluzione delle controversie in materie di opere pubbliche", ha detto il ministro.

Il consiglio dei Ministri ha inoltre approvato in via preliminare il disegno di legge di riforma del codice degli appalti.

Il disegno di legge relativo al Rendiconto 2007 prevede che il saldo netto da finanziare in termini di competenza, al netto delle regolazioni contabili e debitorie, risulta positivo per 12.406 milioni di euro, derivante da entrate finali accertate per 478.559 milioni di euro e da spese finali impegnate per 466.153 milioni di euro.

Il ddl sull'assestamento del bilancio di previsione per il 2008 recepisce l'adeguamento delle entrate finali ai più recenti andamenti dei gettiti dei singoli tributi e del quadro macro-economico aggiornato, considerato nel Documento di programmazione economico-finanziaria 2009-2013, recentemente approvato dal Governo (meno 2,9 miliardi al netto delle regolazioni contabili).

Le spese evidenziano un adeguamento degli stanziamenti per 18 miliardi di euro, al netto delle regolazioni contabili e debitorie, dovuto essenzialmente a un incremento degli interessi per 5 miliardi di euro, a indifferibili occorrenze gestionali già scontate nel citato quadro tendenziale, nonché, in gran parte, ad esigenze connesse alla sistemazione contabile di alcune poste di bilancio non aventi incidenza sull'indebitamento netto e sul fabbisogno della P.A.

Il decreto milleproroghe fa slittare fino al 31 dicembre 2008, fra l'altro, i termini per: il reclutamento di magistrati e procuratori dello Stato; il divieto di ricorrere agli arbitrati; l'assunzione straordinaria di ricercatori.

Sono inoltre prorogati: al 30 settembre 2008 la riorganizzazione delle comunità montane da parte delle regioni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below