Btp in lieve calo,aste Bot,Ctz a rendimenti in rialzo,come stime

martedì 27 maggio 2008 13:02
 

 MILANO, 26 maggio (Reuters) - Il mercato obbligazionario
italiano stamane è di nuovo poco variato da ieri, tendente al
ribasso, nonostante il ritorno dei dealer della piazza di Londra
dopo la vacanza di ieri.
 Le aste di oggi sui titoli a brevissimo italiani sono state
collocate a prezzi in linea con il mercato, a rendimenti in
salita come nelle attese.
 "Gli scambi sul mercato in generale sono ancora piuttosto
contenuti e le quotazioni poco variate da ieri. Il mercato
aspetta piuttosto gli statunitensi, anch'essi al ritorno dopo la
vacanza di ieri, e in particolarre i dati macro Usa in agenda
per prendere eventualmente una direzione" dice un dealer.
 In agenda oggi ci sono tra gli altri alcuni dati sul mercato
immobiliare Usa e l'indice della fiducia dei consumatori.
 Le aste oggi su Bot e Ctz hanno visto prezzi in linea con il
mercato e rendimenti in salita rispetto alle aste scorse, come
nelle attese, adeguandosi al movimento visto nelle ultime sedute
in cui gli investitori hanno azzerato le aspettive di un taglio
dei tassi da parte della Bce, a causa del forte riscaldamento
dell'inflazione.
 Il Bot a sei mesi, 28 novembre 2008, è stato assegnato per
8,5 miliardi di euro a un rendimento del 4,125%, più basso della
quotazione ieri sera sul grey market di 4,16%, ma in rialzo dal
4,038% risultato all'asta di fine aprile.
 "Rispetto all'Eonia è 4 punti base più basso, in linea con
la media degli ultimi sei mesi di -5 pb" dicono a Unicredit,
aggiungendo che resta ancora conveniente (anche se un po' meno
rispetto alle quotazioni di ieri sera) la strategia di vendere
l'altro Bot simile, il 14 novembre 2008, che quota oggi 8 punti
base sotto l'Eonia, per comprare quello di oggi".
 L'altro Bot in asta oggi, un flessibile della durata di 123
giorni, è stato collocato per 2,5 miliardi, a un rendimento di
4,141% "pari a 4/8 punti base sopra l'Eonia, in linea con il
mercato" dicono a Unicredit.
 Infine il Ctz "ha visto un'asta tranquilla" dce un altro
strategist, "anch'essa assolutamente come ci si aspettava". Il
rendimeneto emerso all'asta è stato di 4,361%, in massimo dal
giugno dello scorso anno, in rialzo dal 4,099% dell'ultima asta.
 La settimana continuerà con altri collocamenti. 
 Domani sarà la volta della Germania con il suo nuovo
decennale luglio 2019 che verrà offerto per 8 miliardi e per il
quale oggi è stata fissata la cedola al 4,25%. 
 Giovedì sarà la volta dei titoli a medio lungo italiani: Btp
a 3 e 10 anni e con la novità della riapertura del Cct.
  Lo spread Btp/bund sui decennali è sostanzialmente
invariato a 43/44 punti base.
 
================ QUOTAZIONI 12,45 ==============================
                                 PREZZO     VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO      FGBLM8   112,87   (+0,04)
BTP 2 ANNI (MAR 10)    IT2YT=TT    99,36   (-0,02)    4,427%
BTP 10 ANNI (FEB 18)  IT10YT=TT    98,58   (-0,23)    4,738%
BTP 30 ANNI (FEB 37)  IT30YT=TT    83,40   (-0,22)    5,174% 
======================= SPREAD (PB) =========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5      39               40       
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3      21               21       
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5      44               43    
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7      45               44       
BTP 10/2 ANNI                        31,1            29,2  
BTP 10/30 ANNI                       43,6            44,9
===============================================================