2 febbraio 2009 / 11:13 / 9 anni fa

Monetario, o/n in area 1,20%, sale ricorso prestiti e depositi

MILANO, 2 febbraio (Reuters) - Viaggia intorno a 1,20% il deposito a ventiquattro ore, mentre i derivati sui tassi sono positivi negli scambi della tarda mattinata. Dalle statistiche Bce relative a venerdì emerge l‘aumentato ricorso a prestiti e dopositi marginali presso l‘istituto centrale.

Questa l‘apertura del nuovo mese sull‘interbancario, con numeri che gli addetti ai lavori mettono in relazione in primo luogo proprio a movimenti tipici della chiusura del mese di calendario.

Se il periodo giorno a giorno lavora infatti in leggero calo rispetto alla media Eonia di venerdì, fissata a 1,273%, il maggiore utilizzo delle ‘facility’ Bce è caratteristico dei pagamenti in scadenza a fine mese che tende ad aumentare l‘utilizzo di prestiti e depositi overnight.

Quanto poi alla risalita dei derivati Euribor, spiegano gli addetti ai lavori, il movimento va collegato all‘impostazione rialzista dell‘obbligazionario e all‘ennesimo scivolone dei listini di borsa.

Irrilevante o quasi, invece, l‘impatto della lettura lievemente migliore delle attese dell‘indagine congiunturale Pmi sullo stato di salute del comparto manifatturiero europeo a gennaio.

“Il movimento di oggi si lega quasi esclusivamente all‘impostazione ribassista delle borse e al clima di fondo di marcata avversione al rischio” spiega un operatore di contratti derivati, secondo il quale scarso effetto hanno, invece, i dati Pmi.

“Per quanto la Bce abbia anticipato che la prossima mossa espansiva non avverrà fino a marzo, la discesa dei tassi di mercato prosegue” aggiunge.

In occasione dell‘odierno fixing londinese passa infatti a 2,077% da 2,086% di venerdì la scadenza Euribor a tre mesi, sul minimo da quasi cinque anni, mentre il sei mesi vale 2,162% da 2,176% e la settimana 1,421% da 1,433%.

Sempre tra gli Euribor, poco prima delle 12 sulla curva dei derivati il contratto a marzo FEIH9 è stabile da venerdì sera a 98,15, giugno FEIM9 guadagna 2 tick a 98,29 e settembre FEIU9 35 millesimi a 98,25.

Passando infine ai depositi, le statistiche Bce relative alle situazione dei fondi mostrano come il sistema euro possa contare su una media ampiamente superiore alla riserva dovuta, mentre l‘aumento di prestiti e depositi marginali parla di flussi legati ai pagamenti di fine mese.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine ECB40 e BITS.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below