Federalismo, Anci chiede incontro con Berlusconi su garanzie

giovedì 2 ottobre 2008 14:21
 

ROMA, 2 ottobre (Reuters) - L'Anci chiede un incontro con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi come condizione per presentarsi alla Conferenza unificata Stato-Regioni che dovrà precedere il consiglio dei ministri convocato per domani con all'ordine del giorno l'esame definitivo del ddl sul federalismo fiscale.

Lo ha annunciato lo stesso presidente dell'Anci, il sindaco di Firenze Leonardo Domenici, nel corso di una confeernza stampa a Roma.

"L'Anci chiede una garanzia diretta e personale del presidente del Consiglio Berlusconi prima di dare parere favorevole al testo sul federalismo fiscale", ha detto Domenici.

Il sindaco di Firenze, che era affiancato dal sindaco di Torino Sergio Chiamparino, ha annunciato che "solo se riceverà le garanzie necessarie" l'Anci siederà poi alla Conferenza unificata.

In particolare i comuni vogliono "certezze" sugli introiti che sono loro venuti meno: l'Ici sulla prima casa (circa 1,5 miliardi), l'Ici sugli ex immobili rurali (610 milioni), i cosiddetti "costi della politica" (380 milioni).

Chiamparino ha contestato che, mentre non si trovano risorse per i comuni, siano stati trovati "640 milioni per un piano di salvataggio di Roma e Catania" (il riferimento è alla delibera Cipe di martedì scorso).

Nel frattempo è stata rinviata la Conferenza unificata già convocata per il pomeriggio. Il Cdm è stato convocato per le 9,30 di domani, per il momento, ma pare probabile a questo punto un suo slittamento.

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Federalismo, Anci chiede incontro con Berlusconi su garanzie | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,330.42
    +1.02%
  • FTSE Italia All-Share Index
    22,413.97
    +0.91%
  • Euronext 100
    974.25
    +0.60%