PUNTO 1- UniCredit, Fitch taglia outlook a "negativo",tiene "A+"

giovedì 2 ottobre 2008 14:38
 

(aggiunge altri dettagli da nota da paragrafo cinque)

LONDRA, 2 ottobre (Reuters) - Fitch ha modificato l'outlook su UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) a "negativo" da "positivo" confermando il rating emittente a lungo termine ad "A+".

L'agenzia ha invece abbassato il rating individuale a "B/C" da "B", mentre quelli a breve, di supporto e di supporto "floor" sono confermati rispettivamente a "F1", "1" e "A-".

Mentre la redditività del gruppo è storicamente sempre stata buona, la recente performance è stata condizionata da commissioni più basse a causa delle difficoltà globali del settore del risparmio gestito, e dai negativi risultati dell'attività di trading in particolare per le valutazioni 'mark-to-market' sul portafoglio crediti strutturati, dice Fitch.

Inoltre lo scenario in rapido mutamento, le prospettive macroeconomiche cupe di Italia e Germania e l'outlook meno favorevole di alcuni paesi del Centro-Est Europa potrebbe tradursi in nuovi oneri da svalutazione degli impieghi.

Fitch, inoltre, giudica l'attuale capitalizzazione di Unicredit limitata in reazione ai suoi rischi. "La generazione di capitale interno si sta indebolendo e non ci sono piani per rafforzare in maniera significativa il patrimonio nel prossimo futuro. Inoltre, le condizioni dell'intera industria dei fondi rimangono altamente impegnative".

Secondo l'agenzia di rating, i rating della banca italiana riflettono "una diverificata base in termini di ricavi, la presenza geografica e i rischi, il potenziale di ristrutturazione delle attività della ex Capitalia, un solido risk management, un buon management e un track record di successo nel processo di integrazione delle banche acquisite".