2 dicembre 2008 / 17:37 / 9 anni fa

PUNTO 1 - Banche, ricapitalizzazione al più presto - Tremonti

(aggiunge dichiarazioni ministro e direttore generale, nuovo contesto)

BRUXELLES, 2 dicembre (Reuters) - In attesa delle nuove linee guida comunitarie il governo conta di agire al più presto e al meglio per quanto riguarda la ricapitalizzazione del sistema bancario.

Lo spiega il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, incontrando i giornalisti al termine della riunione mensile del consiglio Ecofin.

"Abbiamo l'obiettivo di fare al più presto e al meglio possibile tenendo conto delle decisioni Ue: siamo quasi al livello finale, stiamo aspettando le decisioni europee" dice.

"Pensiamo che il nostro intervento [sulle banche] avrà il consenso europeo" aggiunge.

Presentando il decreto legge anti-crisi approvato venerdì scorso, il ministro ha spiegato che su richiesta delle singole banche il dicastero potrà sottoscrivere "strumenti finanziari privi di diritti di voto" volti al rafforzamento patrimoniale degli istituti di credito.

Il direttore del Tesoro Vittorio Grilli fa riferimento a costi di ricapitalizzazione in una forchetta tra il 6% per gli strumenti di debito subordinato e il 9,3% per quelli 'equity' parlando di un'indicazione arrivata dalla stessa Bce, ma tiene comunque a precisare che si tratta di un valore indicativo e che l'intervento pubblico va in ogni caso presentato in sede comunitaria.

"Un altro tema è stato quello della ricapitalizzazione delle banche... la discussione ha messo in chiaro alcuni principi cardine: bisogna effettuare misure tempestive tenendo conto che non tutte banche sono uguali e il 'pricing' di strumenti di ricapitalizzazione deve tenerne conto" spiega, sintetizzando l'agenda della riunione dei ministri.

Per stabilire i costi dell'aumento di capitale, avverte il direttore del Tesoro, "bisogna vedere le condizioni della banca che si ricapitalizza".

La discussione è inoltre molto complessa, dal momento che in Europa esistono situazioni diverse e occorre evitare distorsioni della concorrenza tra banche di paesi differenti.

Il commissario alla Concorrenza Neelie Kroes si è intanto oggi impegnata a nome dell'esecutivo Ue a far approvare "a breve" nuove regole sugli aiuti di Stato alle banche.

In un comunicato diffuso al termine della riunione Ecofin il commissario spiega che Bruxelles si aspetta che le banche destinatarie degli aiuti pubblici si dedichino al finanziamento dell'economia reale.

"La Commissione adotterà a breve una comunicazione che fornirà indicazioni dettagliate su come valutare questo tipo di ricapitalizzazioni in base alle regole sugli aiuti di Stato" dice la nota.

Sempre oggi, Bruxelles ha tuttavia decretato che il sostegno finanziario previsto da Berlino a favore di Commerzbank non rispetta le regole Ue.

"Esiste un regime per gli aiuti al sistema bancario che abbiamo approvato ma il sostegno a favore di Commerzbank apparentemente non lo rispetta" ha detto il portavoce Jonathan Todd.

Francia, Germania, Olanda e Svezia sono tra i paesi che maggiormente premono su Bruxelles affinché dia l'imprimatur ad aumenti di capitale o altre forme di assistenza del sistema bancario.

Secondo il commissario devono comunque esserci forti incentivi per far sì che gli aiuti di Stato alle banche siano al più presto rimborsati, senza arrivare però a vietare la distribuzione dei dividendi da parte degli istituti di credito che ricevono denaro pubblico.

Va inoltre tenuto conto della situazione particolare delle singole banche, ha spiegato Kroes al consiglio Ecofin, e rimane fondamentale vigilare su qualsiasi distorsione della concorrenza e garantire che gli aiuti di Stato non facciano lievitare i profitti delle banche.

La settimana scorsa, in una lettera a doppia firma destinata ai leader Ue, il presidente francese Nicolas Sarkozy e il cancelliere tedesco Angela Merkel hanno voluto mettere in guardia Bruxelles da una "supervisione pignola" degli schemi per il salvataggio delle banche nazionali sullo sfondo della crisi finanziaria.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below