PUNTO 1-Italia, peggioramento bilanci peserebbe su rating - S&P

giovedì 24 luglio 2008 18:46
 

(Aggiunnge altri dettagli rapporto)

MILANO, 23 luglio (Reuters) - L'elevato debito e i forti squilibri della finanza pubblica dell'Italia potrebbero pesare sul suo attuale livello di rating, soprattutto in un contesto di debolezza economica internazionale come l'attuale.

Lo dice un rapporto pubblicato oggi dall'agenzia di rating S&P's sulle finanze pubbliche nei paesi della zona euro.

"Il peggioramento dei risultati di bilancio in alcuni paesi con relativamente forti squilibri di finanza pubbica e un elevato debito, in certi casi associati a una bassa flessibilità fiscale - come Francia, Grecia, Ungheria e Italia - peserebbe sull'attuale livello di rating", dice S&P's nel rapporto pur riconoscendo "alcuni recenti miglioramenti emersi negli ultimi tre paesi [e quindi anche in Italia]".

S&P ha rating 'A+' sull'Italia con outlook stabile.

Il miglioramento dei risultati di bilancio registrato negli ultimi due anni nei 27 paesi della zona euro è da mettere in relazione principalmente alla sostenuta crescita economica, dice S&P's. Ma ora il timore è che l'attuale rallentamento economico possa pesare sulle finanze pubbliche nel 2008 e nel 2009.

"Senza dubbio il rallentamento della crescita economica nei paesi della zona euro avrà effetto sulle finanze pubbliche" dice S&P's.

Più della metà dei 27 paesi analizzati dal rapporto non è stata in grado di raggiungere i suoi obbiettivi di riduzione di spesa rispetto al Pil lo scorso anno.

"Visto che la maggior parte dei programmi di bilancio dei paesi della zona euro, in relazione ai miglioramento nel 2008 e nel 2009, è basata su aggiustamenti dal lato della spesa, ci sono dubbi sulla loro credibilità" dice S&P's. "Ciò soprattutto nel caso di paesi che, nonostante le condizioni cicliche favorevoli degli ultimi anni, non sono riusciti a raggiungere i loro target di spesa".