GB, PM Brown taglia imposte, punta rilancio immobiliare

martedì 2 settembre 2008 15:56
 

LONDRA, 2 settembre (Reuters) - Il primo ministro inglese Gordon Brown ha tagliato oggi una impopolare tassa sull'acquisto delle case. Il provvedimento rientra nel pacchetto designato per spingere il mercato immobiliare inglese colpito dalla crisi e per incrementare la popolarità di Brown.

Il governo del premier ha deciso che gli immobili che valgono meno di 175.000 sterline - in rialzo rispetto alle precedenti 125.000 - saranno esentate per un anno dall'imposta di registro.

Il provvedimento dovrebbe interessare la metà di tutte le proprietà e dovrebbe incidere per 600 milioni di sterline sulle finanze pubbliche già in difficili condizioni.

Brown si sta muovendo alla ricerca del consenso dei consumatori di fronte alla crisi del credito e il caro prezzo dell'energia. Dato che un sondaggio del Times ha mostrato che la popolarità del Partito Laburista è sotto di 15 punti rispetto ai Tory, sulla via per perdere le prossime elezioni.

Il pacchetto governativo annunciato è di circa un miliardo di sterline, non solo per aiutare gli acquirenti di una prima casa e i consumatori alle prese con le rate del mutuo, ma anche per incrementare le case di proprietà e la costruzione di nuovi immobili.

Il primo ministro si aspetta inoltre di varare altre misure alla fine di questa settimana - o nella prossima - orientate a sostenere i proprietari ad affrontare i crescenti costi dei combustibili.