Dpef, in 2009 risparmi su amministrazioni centrali per 5 mld

martedì 24 giugno 2008 18:04
 

ROMA, 24 giugno (Reuters) - Le amministrazioni centrali contribuiranno alla manovra triennale con 14,5 miliardi di cui 5 miliardi nel 2009.

Lo si legge nel Dpef per gli anni 2009-2013.

"L'intervento potrà assicurare nel triennio cospicui risparmi di spesa per le amministrazioni centrali per un ammontare pari a circa 14,5 miliardi, di cui circa 5 miliardi nel 2009", dice il Dpef.

Il pubblico impiego sarà chiamato a contribuire per 2,1 miliardi nel triennio, 0,8 solo nel 2009 grazie "al riordino del sistema di reclutamento con l'introduzione di un limite più stringente ai nuovi ingressi, alla soppressione della sanatoria per i precari prevista nelle precedenti leggi finanziarie nonché all'attuazione di un processo di razionalizzazione del personale della scuola pubblica anche attraverso la riduzione del gap del rapporto medio alunni/docente".

"Nel settore della sanità, le misure prevedono risparmi a partire dal 2010 con un effetto complessivo di circa 3 miliardi", aggiunge il documento.