Dl fiscale, in 2009 vale circa 2 mld, 1,33 per misure anticrisi

giovedì 2 luglio 2009 18:45
 

ROMA, 2 luglio (Reuters) - Il decreto fiscale raccoglie e destina risorse per oltre 1,8 miliardi nel 2009, di cui 1,33 miliardi per misure anticrisi.

È quanto si ricava dalla lettura combinata dell'articolo 16 sui flussi finanziari e della relazione tecnica al provvedimento depositato oggi alla Camera, che illustra le variazioni sui saldi in termini di indebitamento e fabbisogno.

Il decreto è composto di 26 articoli divisi in tre titoli: misure anticrisi, interventi antievasione e antielusione internazionale e nazionale e la sezione bilancio pubblico, che reca principalmente le misure a copertura e le proroghe di provvedimenti in scadenza.

L'articolo 16 del decreto fotografa principalmente gli oneri delle misure anticrisi, quantificandole in 1,33 miliardi di euro nel 2009, 2,14 miliardi nel 2010, 2,47 miliardi nel 2011 e 336 milioni di euro per l'anno 2012. Il totale delle risorse impiegato fra 2009 e 2012 ammonta pertanto a 6,28 miliardi circa.

Alle misure anticicliche bisogna aggiungere altre spese a carico dello Stato fra cui la principale è la proroga a ottobre 2009 delle missioni internazionali all'estero che pesa sulle casse dello Stato per 510 milioni.

Il decreto incide poi positivamente sul saldo netto da finanziare, che nel periodo tra 2009 e 2011 migliora di 1,4 miliardi.

Nel dettaglio, il decreto riduce il saldo netto da finanziare di 257,3 milioni nel 2009, di 1,054 nel 2010 e di 84,1 milioni nel 2011.