Dpef: da revisione imponibile bancassicurazioni, energia 5,7 mld

martedì 24 giugno 2008 17:02
 

ROMA (Reuters) - Il pacchetto fiscale destinato a contribuire alla manovra per circa 5,7 miliardi nel triennio è finalizzato ad una rimodulazione della base imponibile degli istituti di credito, delle società assicuratrici e delle industrie operanti nel settore dell'energia.

E' quanto si legge nel Dpef.

Il documento di programmazione 2009-2013 dice che ciò avverrà "anche attraverso l'introduzione di un'imposta addizionale del 10% sui profitti di regime con destinazione etica di una parte dei relativi gettiti".

"Ulteriori misure attengono all'incremento dei diritti statali di estrazione mineraria, l'armonizzazione del regime fiscale delle cooperative, l'eliminazione dei requisiti di favore fiscale delle stock option. Il pacchetto aggiunge anche misure destinate a potenziare la lotta all'evasione ed al sommerso e il rafforzamento dell'amministrazione finanziaria", aggiunge il testo.

Secondo una fonte governativa "c'è un orientamento del governo ad assegnare all'Autorità per l'energia l'individuazione dei cosiddetti 'profitti di regime' al fine di una imposizione dell'addizionale".

 
<p>Combinazione di foto scattate il 20 febbraio 2008 che raffigurano, da sinistra, le insegne di UniCredit Banca, Bnl e San Paolo Imi. REUTERS/Alessandro Bianchi</p>