Titoli Stato, Spaventa: volumi dimezzati su tutte le piattaforme

sabato 24 maggio 2008 16:54
 

PESCARA (Reuters) - I volumi sul mercato italiano dei titoli di Stato sono dimezzati rispetto alle condizioni normali su tutte le principali piattaforme.

Lo ha detto Luigi Spaventa, presidente del consiglio di sorveglianza di Mts, a margine del convegno di Assiom a Pescara.

"Il volume delle negoziazioni dei titoli di Stato è dimezzato, viene fatto chiaramente il minimo delle operazioni" ha detto Spaventa. "Non parlo solo di Mts, vale anche per le altre piattaforme rispetto alla normalità".

In marzo i volumi giornalieri sul mercato cash di Mts erano crollati a poco più di 65 miliardi di euro dai 143 miliardi di febbraio, 196 di gennaio e 105 di dicembre. Nel marzo 2007 i volumi avevano superato i 155,5 miliardi di euro.

Ciro Pietroluongo, presidente del consiglio di gestione di Mts, a fine aprile aveva sottolineato il parallelo incremento degli scambi sul mercato repo, salito a 80 miliardi giornalieri.

"Il repo è aumentato perché serve per le operazioni con le banche centrali" spiega oggi Spaventa, facendo notare come soprattutto la Fed abbia ampliato il range dei collaterali accettati nelle operazioni di rifinanziamento.

"Ancora non sappiamo quanti titoli illiquidi siano tuttora nei bilanci delle banche, e non essendoci mercato la convalescenza [dalla crisi di liquidità] sarà lunga" ha concluso Spaventa.

Alcuni trader un mese fa avevano detto a Reuters che la diminuzione dei volumi sulle piattaforme principali ha riacceso l'interesse verso le contrattazioni telefoniche e 'bid to see' che personalizzano il rapporto con la clientela, portando a un aumento dei margini.