Crisi, politica italiana prudente, in linea con Europa- Tremonti

lunedì 2 febbraio 2009 11:52
 

ROMA, 2 febbraio (Reuters) - L'Italia ha adottato politiche anti crisi adeguate in relazione al proprio Pil e non può usare ulteriormente la leva del deficit. Lo ha ribadito il ministro dell'Economia Giulio Tremonti nel corso di un'intervista a Radio 24.

"Non possiamo fare più spesa pubblica di quello che ci è consentito. Dico solo che tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare. Tanti dicono autorevolmente che devo fare più deficit. Io dico che un conto è fare più deficit un conto è fare le aste", ha detto Tremonti replicando ai sostenitori di una politica di deficit spending e ricordando la necessità che ha l'Italia di rifinanziare l'enorme debito pubblico collocando sul mercato i titoli di Stato.

Tra gli interventi c'è quello a sostegno di chi perde il lavoro che dovrebbe essere finanziato con il trasferimento dei fondi europei regionali.

"Abbiamo immaginato una cifra attorno agli 8 miliardi per gli ammortizzatori sociali. Io penso che la strada si troverà e sarà utile", si limita a commentare Tremonti..

Il ministro conferma di non ritenere nell'immediato necessario mettere mano alla riforma delle pensioni come chiesto da Confindustria e Bankitalia per mettere in sicurezza la sostenibilità del debito.

Sulle sue dichiarazioni di Davos sull'argomento spiega: "Mi sono limitato a dire che siamo un Paese che ha un altissimo debito pubblico e un bassissimo debito privato, che siamo più forti di quanto sembri, che abbiamo 4 milioni di partite Iva, un sistema finanziario relativamente più solido di altri paesi e che certo esistono anche riforme strutturali che stiamo considerando come il federalismo fiscale".

Tremonti è soddisfatto per l'andamento relativo del debito pubblico italiano rispetto al resto d'Europa, ma non tanto da abbassare la guardia.

"Il debito sta crescendo molto meno del debito europeo, dove stanno esplodendo i debiti pubblici. Ma questo è un dato positivo, finalmente abbiamo un debito meno violento, in crescita meno violenta di altri. Credo che facciamo la politica prudente".

Le misure adottare a fine novembre con il decreto anti crisi da 5 miliardi di euro sono state considerate da alcuni osservatori troppo blande per aggredire la crisi. Ma Tremonti non è d'accordo.   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Crisi, politica italiana prudente, in linea con Europa- Tremonti | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,790.86
    -1.01%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,010.02
    -0.96%
  • Euronext 100
    1,011.89
    +0.00%