Monetario consolida su basi di abbondante liquidità, attesa Bce

martedì 2 dicembre 2008 13:15
 

MILANO, 2 dicembre (Reuters) - La Bce è intervenuta oggi sul sistema bancario con nuove operazioni di finanziamento in euro e in dollari, rinnovano quasi alla pari analoghe operazioni in essere, in linea con le attese.

Il mercato si sta stabilizzando su questo livello di straordinaria liquidità, con un tasso overnight che resta più vicino al tasso dei depositi presso la Bce (i quali vengono rinnovati di giorno in giorno) che non al atsso di riferimento della banca centrale. Il tasso euribor continua la sua discesa, mentre i mercati sono in attesa della decisione della Bce che dovrebbe scegliere tra un taglio dei tassi di riferimento, ora al 3,25%, di 50 o di 75 pb.

"Il mercato si sta consolidando sull'attuale stock di abbondante liquidità che la Bce tende a rinnovare quasi alla pari di volta in volta" dice un tesoriere. "Non credo che almeno dal punto di vista dei fondi ci saranno grosse novità fino a gennaio. Sempre che non saltino fuori altri imprevisti negativi".

Oggi la Bce con il p/t a sette giorni ha collocato 339,5 mld confermando quindi quell'ammontare sopra i 330 miliardi che si è ripetuto nelle ultime quattro operazione analoghe.

Al finanziamento in dollari a 84 giorni e al parallelo swap in dollari, ha collocato complessivamente 68,941 mld in linea con quanto era in scadenza, dicono i tesorieri.

Anche questa volta da sottolineare il differenziale tra il tasso proposto per la vendita da parte delle banche di euro a 1,94%, ben più penalizzante rispetto al tasso del deposito interbancario di pari durata, attorno al 3,75%. Invece resta più allettante l'aquisto di dollari al tasso dell'1,42%.

Il livello di depositi overnight resta sopra i 200 miliardi (oggi a 202,5 mld seppur cedenti da 203,9 mld), un livello che quindi ora, considerato il rinnovo costante dei p/t settimanali, rappresenta "un cuscinetto di liquidità in eccesso che per ora consente una attività almeno routinaria delle attività bancarie" dice un tesoriere.

L'aumento del ricorso ai depositi overnight è iniziato nella prima parte di ottobre, quando la Bce ha stretto il corridoio tra le due standing facilities a 100 punti base, rendendo meno appetibile il ricorso al mercato overnight molto illiquido e con tassi appena superiori.

L'overnight stamane quota 2,75/80% sia sul Mid sia sulle piattaforme dei broker, mentre il tasso di riferimento per la zona euro, nonchè il tasso minimo a cui le banche possono raccogliere fondi settimanalmente, è al 3,25%. L'Eonia ieri ssi è attestato al 2,934%.   Continua...