Btp chiudono positivi, scambi tecnici, spread con bund più largo

lunedì 26 maggio 2008 12:07
 

 MILANO, 26 maggio (Reuters) - Il mercato dei Btp stamane si
muove in sordina per via della chiusura per vacanza dei mercati
Londra e Usa con scambi sottili e senza che vi siano in giornata
spunti di rilievo.
 Il mercato viene da sedute in cui è prevalso un trend al
ribasso che ha penalizzato soprattutto la parte a breve con
conseguente appiattimento della curva. Il movimento, confernato
dalle quotazioni di oggi, viene dalla considerazione degli
investitori che al momento non ci sono spazi per allentamenti
monetari da parte della Bce, a causa soprattutto di un
inflazione troppo elevata con una crescita che ancora tiene.
 La settimana . Gli smabi sono sott8ila causa del italiano
conferma ed estende in chiusura la fase di recupero che ha
contraddistinto la seduta odierna, dominata peraltro da
movimenti di natura tecnica legati alla scadenza di opzioni.
 Legata naturalmente in parte anche alla correzione dei
listini di borsa, avvertono gli operatori, l'attuale risalita
del reddito fisso non va dunque interpretata come la fine del
ciclo ribassista, per cui bisogna guardare invece al superamento
della resistenza di 113,75/80 da parte del futures sul decennale
tedesco.
 In termini di rischio paese aumenta intanto di un paio di
centesimi il premio di rendimento di Italia e 'periferici'
contro Germania, a testimonianza del clima di nuova avversione
al rischio fotografato anche dall'allargamento dell'indice
itraxx legato soprattutto ai livelli del greggio.
 "I classici acquisti rifugio che tendono a privilegiare
carta 'core' come quella tedesca: contro Germania sta perdendo
posizioni la maggioranza dei titoli europei" spiega un trader.
 Rispetto ai 41 punti base della chiusura di ieri il
differenziale di rendimento Btp/Bund si spinge fino a 44
centesimi sul segmento decennale, 45 tick sui trent'anni e 22
centesimi sui due anni.
 Alla risalita di un mercato in cui la maggioranza degli
investitori rimane però "lunga", continua l'addetto ai lavori,
contribuiscono anche ricopertura in vista del fine settimana
allungato. Lunedì prossimo si celebra infatti negli Stati Uniti
il 'memorial day', mentre il mercato londinese è fermo per la
'bank holiday' di primavera.
 Un ultimo accenno va al nuovo indicizzato italiano a dieci
anni, il Buono 15 settembre 2019 collocato mercoledì scorso
tramite sindacato bancario che debutta oggi sul secondario. 
 Prezzato al reoffer di 99,786 con uno spread di 12,5 punti
base sul BTPei settembre 2017 per una 'break even inflation'
pari a 2,3434 punti base, il titolo "si mantiene sui livelli del
collocamento [99,90 in chiusura] e si muove perfettamente in
linea al comparto" spiega l'operatore.
 Caratteristica del settore degli indicizzati è al momento
l'andamento divergente tra la parte breve e quella lunga della
curva, di fronte ad aspettative di inflazione che attualmente
vedono i rischi sui prezzi concentrati più sul breve che non 
sul lungo termine.
 
================ QUOTAZIONI REUTERS 17,30 ======================
                                 PREZZO     VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO      FGBLM8   112,99   (+0,32)
BTP 2 ANNI (MAR 10)    IT2YT=RR    99,39   (inv.)     4,410%
BTP 10 ANNI (FEB 18)  IT10YT=RR    98,82   (+0,10)    4,706%
BTP 30 ANNI (FEB 37)  IT30YT=RR    83,71   (+0,20)    5,151% 
========================== SPREAD (PB) =========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5      36               33       
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3      22               20       
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5      43               41    
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7      45               42       
BTP 10/2 ANNI                        29,6            27,1  
BTP 10/30 ANNI                       44,5            48,0
===============================================================