PUNTO 3 - BTPei 2019 prezzato a 99,786, ordini oltre 6 mld euro

mercoledì 21 maggio 2008 19:23
 

(riscrive con nota lead manager su distribuzione)

MILANO, 21 maggio (Reuters) - L'Italia ha prezzato il nuovo BTPei scadenza 15 settembre 2019 a 99,786 al reoffer, fissando la cedola al 2,35% e confermando il rendimento a 12,5 punti base sopra quello del BTPei 2017.

Lo hanno riferito i lead manager dell'operazione, chiarendo che l'ammontare dell'emissione è di 4 miliardi di euro, mentre la break even inflation (cioè la differenza tra tasso nominale e reale) nei confonti del Btp febbraio 2019 IT349325=TT è di 2,3434 punti base.

Il regolamento dell'operazione, si legge in una nota del Tesoro, è fissato per il 28 maggio e il rendimento reale annuo lordo dell'emissione è del 2,385%.

Le banche che hanno gestito il collocamento sono Barclays Capital, Bnp Paribas, Morgan Stanley, Ubs e Unicredit.

In serata, i lead manager hanno diffuso un comunicato per dettagliare l'andamento del collocamento. Gli ordini, registrati sulla base di una price guidance di +12,5/14,5 punti base sul BTPei 2,1% settembre 2017, hanno superato i 6 miliardi di euro.

"La qualità e la solidità degli ordini raccolti", dice la nota, "hanno permesso al Tesoro di prezzare al livello più stretto della spread guidance... e di incrementare l'ammontare del'emissione a 4 miliardi di euro (dai 3 miliardi previsti inizialmente)".

Gli investitori sono stati oltre cento. Guardando alla distribuzione geografica, il 17% sono italiani, il 45% sono residenti in Gran Bretagna e Irlanda, il 10% in Francia, il 7% in Germania e Austria, il 7% in Scandinavia, il 5% in Spagna e il 3% in Benelux. La parte restante è di provenienza extra-europea, con oltre il 6% in Asia e Usa.   Continua...