Risanamento, banche firmano piano salvataggio - fonte

mercoledì 2 settembre 2009 17:29
 

MILANO, 2 settembre (Reuters) - Le banche creditrici di Risanamento (RN.MI: Quotazione) hanno firmato il piano di salvataggio del gruppo immobiliare.

Lo riferisce una fonte vicina alla situazione, mentre è in corso allo studio legale Lombardi Molinari un summit a cui partecipano i rappresentanti delle banche, il presidente di Risanamento Vincenzo Mariconda e il vicepresidente Umberto Tracanella e l'attuale azionista di riferimento della società Luigi Zunino.

Dal punto di vista finanziario il salvataggio di Risanamento prevede un aumento di capitale da 150 milioni, che sarà sottoscritto dalle stesse banche, in parte con l'utilizzo di crediti chirografari.

A questo si aggiunge l'emissione di un prestito convertendo da 350 milioni, la cui sottoscrizione è garantita dagli istituti con utilizzo dei crediti chirografari.

Con queste operazioni la quota delle banche in Risanamento arriverà fino all'80% post convertendo.

Il piano sarà presentato alla Consob ai fini dell'ottenimento dell'esenzione dall'obbligo di opa.