Manovra, stima peggioramento fabbisogno 2008 è corretta - Vegas

venerdì 18 luglio 2008 16:43
 

ROMA (Reuters) - La stima del fabbisogno 2008 in forte peggioramento a 46 miliardi è corretta poiché sui restanti mesi dell'anno graveranno maggiori spese, minori entrate fiscali e l'aumento dei tassi di interesse dovuto alla politica monetaria della Bce.

Lo ha detto il sottosegretario all'Economia Giuseppe Vegas intervenendo in aula alla Camera a nome del governo durante la discussione generale sulla manovra.

"Molti pagamenti contenuti nella Finanziaria 2008 gravano sul secondo semestre dell'anno anziché sul primo. Inoltre la seconda parte dell'anno è gravata da maggiori interessi sul debito", ha detto Vegas rispondendo a chi, come Pierluigi Bersani, ritiene la stima di fabbisogno troppo pessimistica.

"Il fabbisogno va peggiorando per questi motivi, non ultimo il fatto che il sistema delle entrate fiscali, dato il raffreddamento dell'economia, non è in crescita come lo scorso anno, ma mostra qualche segno di declino", ha aggiunto.

Vegas nega anche che vi possano essere maggiori entrate fiscali non previste, come già ha fatto in più occasioni il ministro Giulio Tremonti.

"Se il tesoretto ci fosse stato credo che il precedente governo lo avrebbe utilizzato", ha detto il sottosegretario all'Economia.

Il Dpef indica il fabbisogno 2008 a 46,1 miliardi dai 29 con cui è stato chiuso il 2007. Nei primi sei mesi di quest'anno il fabbisogno si è attestato a 23,5 miliardi.