PUNTO 1 -Cdm vara dl, ddl e Dpef su manovra triennale-Berlusconi

mercoledì 18 giugno 2008 21:08
 

(Aggiunge dettagli in coda)

ROMA, 18 giugno (Reuters) - Il Consiglio dei ministri, dopo "9 minuti e mezzo di dibattito" come ha detto il ministro Giulio Tremonti, ha approvato il disegno di legge, il decreto legge ed il Dpef che compongono la manovra triennale 2009-2011. I provvedimenti legislativi sono complessivamente "di circa 100 articoli" ed il Parlamento li licenzierà entro la pausa estiva.

Lo hanno detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e lo stesso Tremonti nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi al termine della riunione di governo.

Tremonti ha confermato per il 2008 un rapporto deficit/Pil al 2,5% ed un Pil allo 0,5% e definito "non eludibile" l'impegno preso dal precedente governo di raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2011.

Tremonti ha detto che con questa manovra si pongono le basi per il federalismo fiscale che è "la vera riforma della finanza pubblica" ed ha confermato che verranno riuniti presso il Cipe "tutti i fondi utilizzati finora".

Per quel che riguarda la cosiddetta Robin Hood Tax su petrolieri, Tremonti ha detto che essa agirà sulle scorte di magazzino e sull'entità dei diritti minerari e che alzerà l'aliquota Ires di questo settore al 33%.

Circa le critiche a questa tassa espresse oggi da Gianmarco Moratti, petroliere e fratello del presidente dell'Inter, ha detto, riferendosi al neo allenatore della squadra milanese, che "vorrà dire che ridurranno un po' l'ingaggio di Mourinho".

Berlusconi ha ricordato che domani, per la prima volta dopo due anni, farà ritorno al Consiglio europeo di Bruxelles. Ha colto l'occasione per criticare la politica monetaria europea affermando che "non si è fatto assolutamente nulla per la iper valutazione dell'euro". Secondo Berlusconi l'Europa non ha fatto nessun avanzamento nemmeno sui temi dell'immigrazione e della difesa e oggi risente del no irlandese al Trattato di Lisbona. "Sarà importante l'apporto dell'Italia all'Europa per renderla meno burocratica, come è invece adesso", ha aggiunto.   Continua...