PUNTO 1-Risanamento,Tribunale concede rinvio piano a 9 settembre

martedì 1 settembre 2009 12:17
 

(aggiunge background)

MILANO, 1 settembre (Reuters) - Il Tribunale fallimentare di Milano ha concesso una proroga fino al prossimo 9 settembre per la presentazione del piano industriale di salvataggio di Risanamento (RN.MI: Quotazione), accogliendo la richiesta di rinvio presentata dai legali della società.

Lo ha riferito l'avvocato dell'azienda Marco De Luca. Poco prima fonti giudiziarie avevano riferito che anche la procura di Milano, che ha chiesto il fallimento della società, aveva ricevuto stamane la richiesta di proroga, rimettendosi alla decisione del Tribunale.

Risanamento avrebbe dovuto presentare oggi il piano in Tribunale, piano che doveva essere varato dal cda convocato ieri anche per la semestrale che poi ha deciso di riconvocarsi nei prossimi giorni.

La decisione sulla riconvocazione del cda è scaturita dopo che la Consob ha chiesto un'integrazione della documentazione prodotta ai fini della valutazione dei requisiti per l'esenzione dall'opa richiesta dalle banche creditrici.

L'eventuale esenzione dall'obbligo di opa per le banche è una variabile centrale ai fini della predisposizione del piano di rilancio della società immobiliare.

Le banche creditrici sono infatti destinate a diventare azioniste di Risanamento con l'aumento di capitale per 150 milioni che sottoscriveranno, in parte mediante l'utilizzo di crediti chirografari. A questo si aggiunge l'emissione di un prestito convertendo per 350 milioni, la cui sottoscrizione è garantita sempre dalle banche creditrici con utilizzi dei crediti chirografari.

Secondo indiscrezioni di stampa, la partecipazione complessiva degli istituti arriverebbe al 55% dopo l'aumento di capitale e all'80% circa dopo il convertendo. L'obbligo di lanciare un'opa sul capitale residuo aumenterebbe l'impegno finanziario sostenuto dagli istituti di credito.

Dal punto di vista industriale, invece, il piano dovrebbe individuare, secondo le indiscrezioni, alcuni asset da cedere tra cui il portafoglio trading e l'area Falck e una partnership per Santa Giulia.