Btp rialzisti su calo borse, spread Btp/Bund si allarga a 87 pb

martedì 1 settembre 2009 12:26
 

 MILANO, 1 settembre (Reuters) - L'obbligazionario viaggia in
rialzo rispetto a ieri, attirando gli investitori in fuga
dall'azionario in calo.
 In questo scenario c'è spazio per un allargamento del
differenziale di rendimento tra Italia e Germania che tocca in
mattinata gli 87 punti base.
 "Gli asset a rischio sono un po' sotto pressione e questo
spinge gli acquisti sui titoli di stato, in particolare su
quelli dei paesi core", commenta lo strategist di Ubm Luca
Cazzulani.
 "L'Italia sta andando meglio di altri periferici, come la
Grecia, ma il contesto di mercato penalizza i periferici",
aggiunge.
 In particolare, se i dati del pomeriggio americano
deludessero le attese, i dealer non escludono un ulteriore
allargamento che potrebbe riportare lo spread sui 90 punti base,
ai massimi da fine luglio.
 "I movimenti sono legati prevalentemente alle borse e ai
dati", aggiunge un dealer. "C'è un po' di inversione di fiducia
rispetto alla settimana scorsa, ma non si tratta di niente di
fisiologico. Questa settimana è sostanzialmente priva di aste
importanti".
 In attesa dei dati sul manifatturiero americano, in agenda
alle 16,00, che dovrebbero mostrare un ritorno dell'indice sopra
la soglia di 50 che separa crescita e contrazione, gli acquisti
si concentrano in particolare sulla parte lunga della curva.
 
 ALLE PRESE CON LE EMISSIONI
 Nel frattempo gli analisti iniziano a fare i conti su quello
che potrebbe succedere nei prossimi mesi. Da una nota di
Unicredit emerge che finora nel 2009 le emissioni sono ammontate
a circa 675 miliardi di euro nei 16 paesi che utilizzano la
moneta unica, circa 200 miliardi più del 2008. Tra i titoli, i
preferiti sono stati quelli con scadenza a 5 anni, che hanno
attirato 80 miliardi, seguiti dai titoli a breve, con il 2 e il
3 anni che hanno totalizzato sui 54 miliardi. Emissioni intense
anche sulle scadenze lunghe e in particolare sul 15 e sul 30
anni per un ammontare complessivo pari a 75 miliardi, ben 27
miliardi in più dell'analogo periodo dell'anno precedente.
Soltanto gli indicizzati hanno registrato un declino
significativo rispetto al 2008, con emissioni diminuite di circa
16 miliardi.
 "Ci aspettiamo che nell'anno le emissioni salgano a 865
miliardi di euro", si legge nella nota "con in media emissioni
per 55 miliardi ogni mese fino a fine anno". Le aste dovrebbero
essere più intense in Germania, Austria, Paesi Bassi e Spagna,
mentre, con soltanto l'85% delle emissioni in programma già
completate, l'Italia è il paese periferico più indietro con i
finanziamenti.
 Per quanto riguarda il prossimo anno, aggiunge la nota, "la
richiesta di fondi (per l'intera zona euro) dovrebbe essere in
area 1.050 miliardi, leggermente in calo dai 1.100 miliardi di
quest'anno".
 
============================= 12,10 ===========================
                                PREZZI  VAR.     RENDIMENTO
 FUTURES BUND SETT.   FGBLc1      122,77  (+0,13)
 BTP 2 ANNI  (MAR 11) IT2YT=RR*  103,390 (+0,00)       1,266%
 BTP 10 ANNI (SET 19) IT10YT=TT   101,720 (-0,13)      4,079%
 BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=TT   101,260 (+0,46)      4,979%
 
 ========================= SPREAD (PB) ========================
                                               IERI 17,30
 TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     19                   21
 BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3      2                    1
 BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     87                   81
  - livelli minimo/massimo        80,8/87,6        78,4/83,5
 BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    105                  102
 BTP 2/10 ANNI                       --                 280,9
 BTP 10/30 ANNI                      90                   --
==============================================================
 * Quotazioni viste su schermi Reuters in assenza di scambi
su Mts