Btp in calo, pesa solido scenario economico zona euro

giovedì 15 maggio 2008 17:56
 

 MILANO, 15 maggio (Reuters) - Giornata di sofferenza per i
benchmark Btp, che in particolare nella prima parte di seduta
hanno scontato la solida lettura del Pil e dell'inflazione della
zona euro.
 In apertura la lettera ha colpito indistintamente tutta la
curva, poi complici i deboli dati macro Usa le vendite si sono
leggermente placate. Non hanno invece giovato le parole di
Trichet sulla crescita della zona euro nel secondo trimestre.
 "I dati tedeschi e della zona euro sono stati positivi e il
secondario ne ha risentito", dice un operatore. Mentre i
commenti di Trichet, secondo cui nel secondo trimestre la
crescita nella zona euro sarò inferiore a quella vista nel
primo, "non sono stati digeriti male dal mercato, perché
giudicati da molti in linea con le attese.
 "Ci si aspettava un primo trimestre forte e un rallentamento
nel secondo. Se andiamo a vedere le stime, alla luce dei
risultati del primo trimestre, la Bce aveva visto giusto", fa
notare un trader dalle sale operative.
 Il dato finale relativo ai prezzi al consumo nella zona euro
ha segnato in aprile un +3,3% su base tendenziale, confermando
stima flash e consensus degli economisti. Anche la variazione
congiunturale (+0,3%) è risultata in sintonia con le previsioni.
 Sempre nella zona euro, su anno il Pil è cresciuto del 2,2%,
sopra il consensus dell'1,9% e a fronte del 2,2% del quarto
trimestre 2007. In Germania il Pil è aumentato dell'1,5% su
trimestre, facendo molto meglio delle previsioni e contribuendo
al rafforzamento dell'economia nell'eurozona.
 Le cifre robuste hanno di fatto provocato un mutamento della
percezione del rischio che era andata delineandosi la scorsa
ottava.
 "Sembra che il mercato la settimana scorsa abbia preso un
abbaglio e allora si è andato a posizionare dall'altra parte.
Oggi è sprofondato, in particolare sulla parte lunga i
rendimenti sono schizzati", commenta un dealer.
 Ancora più cupo il quadro europeo. I Bund hanno perso più di
un punto e mezzo, con i dealer che segnalano un "panic selling".
 Il calo generalizzato dei prezzi ha comunque favorito i
periferici come l'Italia, con il differenziale di rendimento del
decennale che si è leggermente ristretto, assestandosi sul
finale in area 43 punti base.
 "In un movimento ribassista come quello di oggi quello che
viene venduto per primo è il Bund", dice un operatore,
prevedendo un ulteriore restingimento dello spread sul breve
termine.
 Il contratto sul Bund scadenza giugno ha sfiorato livelli
che non vedeva dallo scorso dicembre, senza però toccare la
soglia tecnica di 112,60 che avrebbe probabilmente innescato una
risalita.
 Non hanno influito invece le aste francesi, suddivise in
1,21 miliardi di Oati luglio 2011 cedola 1,60% e in 416 milioni
di Oatei luglio 2015 cedola 1,60%.
 "Le ragioni alla base del movimento ribassista sono esterne
all'arrivo di carta sul mercato", dice un dealer.
 I titoli OATi luglio 2011 sono stati venduti ad un tasso
medio dell'1,70% e un bid-to-cover pari a 2,149. Più alta la
richiesta per gli OATei luglio 2015, collocati ad un tasso medio
dell'1,90% con un bid-to-cover del 3,68.

======================== QUOTAZIONI 17,30 ======================
                                 PREZZO     VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO      FGBLM8   113,40   (-0,28)
BTP 2 ANNI (MAR 10)    IT2YT=TT    99,65   (-0,11)    4,247%  
BTP 10 ANNI (FEB 18)  IT10YT=TT    98,27   (-0,33)    4,646%
BTP 30 ANNI (FEB 37)  IT30YT=TT    83,30   (-0,73)    5,181% 
========================== SPREAD (PB) =========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5      29               22       
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3      26               28       
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5      43               45    
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7      46               46       
BTP 10/2 ANNI                        39,9            47,3  
BTP 10/30 ANNI                       53,5            53,9
===============================================================