Domani Cdm su Finanziaria, legge elettorale europea

giovedì 31 luglio 2008 12:28
 

ROMA (Reuters) - Il Consiglio dei ministri di domani avrà all'esame il disegno di legge Finanziaria per il 2009.

Lo riferiscono fonti politiche anche se l'ordine del giorno non cita formalmente il provvedimento.

All'ordine del giorno, infatti, figurano fra le altre cose il ddl di riforma della legge elettorale per le europee e un ddl per l'istituzione del Garante per l'infanzia e l'adolescenza.

Il governo è tenuto a varare la Finanziaria 2009 entro il 30 settembre. Se domani il Cdm dovesse varare la manovra sarebbe la prima volta che questo accade prima della pausa estiva.

Da tenere conto che il governo ha deciso di anticipare la manovra per il 2009 e per gli anni successivi nel decreto legge all'esame in seconda lettura in Senato. Infatti, secondo quanto detto dal Ragioniere generale dello Stato Mario Canzio il 4 luglio scorso, quella del 2009 "sarà una Finanziaria tabellare"; dovrebbe contenere quindi solo le tabelle con le allocazioni di risorse stabilite nella manovra.

Lo stesso decreto in corso di conversione al Senato, tra l'altro, dispone che in via sperimentale la Finanziaria 2009 debba contenere "esclusivamente disposizioni strettamente attinenti al suo contenuto tipico con l'esclusione di disposizioni finalizzate direttamente al sostegno o al rilancio dell'economia nonché di carattere ordinamentale, microsettoriale o localistico".

Sempre domani, prima del Consiglio, si dovrebbe riunire il Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica.