Scudo fiscale, Berlusconi: Soldi sacrosanti per nuove spese

giovedì 1 ottobre 2009 09:13
 

ROMA, 1 ottobre (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi definisce "sacrosanti" i soldi della sanatoria per il rientro dei capitali esportati illecitamente all'estero che oggi riceverà il via definitivo della Camera e dice che serviranno per finanziare la spesa pubblica.

"Questi capitali che rientreranno sono gravati da una imposta del 5% che frutterà alcuni miliardi di euro alle casse dello Stato. Soldi sacrosanti, santi...che ci serviranno per tutte le spese, università, sanità ecc. che oggi abbiamo difficoltà a fare", ha detto Berlusconi intervistato dal Tg5.

Il provvedimento - che secondo stime dell'Agenzia delle entrate, riguarda un bacino potenziale di capitali italiani all'estero di 300 miliardi di euro - è stato duramente contestato dall'opposizione per il quale si tratta soprattutto di un'amnistia che copre anche i reati societari.

Il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi ha detto che in Usa e Gran Bretagna provvedimenti simili non prevedono l'anonimato del contribuente e l'emersione comporta il pagamento dell'intero ammontare delle imposte inclusive di interessi.