PUNTO 1-Autorità energia, Ortis non commenta azzeramento vertici

lunedì 14 luglio 2008 13:15
 

(Aggiunge commento Marcegaglia a terzo paragrafo)

MILANO, 14 luglio (Reuters) - Il presidente dell'Autorità per l'Energia Alessandro Ortis non commenta l'approvazione alla Camera dell'emendamento al decreto sulla manovra che azzera di fatto i vertici dell'organismo di vigilanza.

"Non commento, oggi è la giornata della Consob", ha detto Ortis ai cronisti a margine della relazione dell'Autorità che vigila sulle società quotate.

Non si sbilancia neppure il presidente dell'Eni (ENI.MI: Quotazione), Roberto Poli: "Quando la legge sarà esecutiva farò i miei commenti".

Perplessa Confindustria: la presidente degli industriali Emma Marcegaglia ha detto che "quanto è stato fatto l'altro giorno con l'emendamento che azzera l'Autorità per l'energia elettrica ci lascia con un punto di domanda. Vorremmo capire di cosa si tratta". Marcegaglia ha poi precisato: "L'Authority deve rimanere indipendente perchè altrimenti si rischia un passo indietro". Un emendamento approvato venerdì notte in commissione e presentato dal leghista Maurizio Fugatti prevede che gli attuali vertici dell'Authority per l'energia, il presidente Ortis e Tullio Maria Fanelli, decadranno dopo 30 giorni dall'entrata in vigore del decreto legge della manovra.

"Allo scopo di concorrere all'obbiettivo di contenimento della spesa e della riduzione degli organi collegiali il numero dei membri dell'Autorità per l'Energia elettrica e il gas è rideterminato in tre, oltre al presidente", dice l'emendamento.

"I membri in carica alla data di entrata in vigore della legge di conversione decadono entro i successivi 30 giorni e possono essere rinominati. Entro tale data sono nominati i nuovi componenti, tenendo anche conto dell'ampliamento delle competenze dell'autorità", aggiunge l'emendamento, che affida all'Autorità competenze anche sul nucleare. Quanto è stato fatto l'altro giorno con l'emendamento che azzera l'autorità per l'energia elettrica ci lascia con un punto di domanda. Vorremmo capire di cosa si tratta. L'Authority deve rimaneere indipendente perchè altrimenti si rischia un passo indietro. Noi comunque siamo d'accordo sul nucleare e sui rigassificatori.