PUNTO 2-Tassara, accordo su debito, nessun onere per le banche

lunedì 1 dicembre 2008 19:58
 

(Riscrive, aggiunge dettagli da nota e fonti)

MILANO, 1 dicembre (Reuters) - Carlo Tassara ha siglato nelle prime ore di stamani con alcuni dei principali istituti bancari italiani un "term sheet" sulla stabilizzazione e la progressiva riduzione dell'indebitamento complessivo della holding che fa capo a Romain Zaleski verso le banche. Il rientro è previsto in un arco temporale di 12 mesi dalla data di sottoscrizione dell'accordo definitivo.

Lo dice una nota della Tassara, aggiungendo che questo avverrà senza necessità di ricorso a nuove linee di credito e senza oneri aggiuntivi per gli istituti di credito. Secondo una fonte vicina alla trattativa non ci sarà una morotaria sugli interessi.

Salta, pertanto, la proposta originaria - oggetto di un lungo braccio di ferro fra il finanziere franco-polacco e le banche coinvolte -: Unicredit (CRDI.MI: Quotazione), Intesa SP (ISP.MI: Quotazione), Ubi Banca (UBI.MI: Quotazione), Mps (BMPS.MI: Quotazione) e Bpm (PMII.MI: Quotazione) si sarebbero fatte carico dei debiti della Tassara verso Royal Bank of Scotland (RBS.L: Quotazione) e Bnp Paribas (BNPP.PA: Quotazione) per 1,3-1,5 miliardi di euro.

Una nota separata di Intesa ha confermato di avere siglato il term sheet per stabilizzare e ridurre l'indebitamento complessivo della Tassara. Il gruppo non erogherà nuove linee di credito e non sosterrà alcun sacrificio economico.

Il term sheet prevede, tra l'altro, l'estinzione da parte della società - mediante risorse proprie - delle posizioni debitorie nei confronti delle due banche straniere entro le rispettive scadenze (l'ultima delle quali a marzo 2009).

Il 26 novembre scorso la Tassara ha approvato un aumento di capitale da 200 milioni di euro, la cui esecuzione avverrà subito dopo la sottoscrizione dell'accordo definitivo con le banche creditrici. Inoltre, ma la nota di Zaleski non lo evidenzia, il finanziere potrebbe ricorrere alla dismissione di alcun quote azionarie.

Le più importanti partecipazioni rilevanti dirette o indirette della Tassara in società quotate sono: 5,005% in Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione), 2,003% in Generali (GASI.MI: Quotazione), 2,012% in Mediobanca (MDBI.MI: Quotazione), 2,004% in Ubi (UBI.MI: Quotazione), 19,138% in Mittel (MTTI.MI: Quotazione), 10,025% in Edison EDN.MI e 2,512% in A2A (A2.MI: Quotazione).   Continua...