Btp in ribasso, occhi su inflazione, buona domanda emissioni

mercoledì 14 maggio 2008 12:45
 

 MILANO, 14 maggio (Reuters) - Prosegue il calo dei benchmark
Btp, oppressi dai persistenti timori inflativi in un mercato
relativamente sottile, impegnato a digerire il nuovo
collocamento del Tesoro per complessivi 6 miliardi di euro.
 Ripartita per 4 miliardi sul nuovo 5 anni aprile 2013 e per
2 miliardi sulla quarta tranche del 30 anni agosto 2039, l'asta
ha avuto un buon esito, su livelli di rendimento e prezzo che
gli operatori giudicano soddisfacenti, in particolare per il 30
anni.
 "Il prezzo d'acquisto è stato molto alto, sopratutto per
quanto riguarda il trentennale", dice un dealer.
 Se il cinque anni è uscito 5 'tick' sopra il prezzo di
mercato, "è tuttavia il trent'anni ad aver ottenuto il risultato
più convincente con un premio di 15 'tick'", riferiscono dalle
sale operative, sottolineando il vivo interesse per le emissioni
prima dell'asta.
 Il nuovo 5 anni (cedola 4,25%) è stato assegnato al prezzo
di 100,00 con un bid-to-cover di 1,43. Il rendimento è salito al
4,29%, massimo da ottobre 2007. Per quanto riguarda la quarta
tranche del 30 anni, sono stati assegnati 2 miliardi al prezzo
di 98,83, per un rendimento del 5,14%, massimo da maggio 2004.
Bid-to-cover all'1,39.
 Venendo alla curva, si denota un calo dei prezzi concentrato
sulla parte lunga, dove il rialzo dei rendimenti è più
accentuato. Sullo sfondo un obbligazionario in rosso in tutta
Europa.
 "Il mercato continua a scendere, questo movimento
corrisponde a uno steepening dell'Europa dopo l'appiattimento
degli ultimi giorni", dice un operatore. Il mercato è sempre più
attento alle preoccupazioni di inflazione e quindi sottoposto a
continue pressioni al ribasso, aggiunge.
 Prosegue intanto il restringimento dello spread con la
Germania dopo l'allargamento dei giorni scorsi, con il
differenziale di rendimento del decennale che è temporaneamente
scivolato sui 44 punti base.
 "E' una fase di mercato, con i bond che scendono e le borse
che guadagnano, che si associa a una migliore performance dei
periferici", spiega un dealer.
 In agenda macro, infine, dopo le letture sull'nflazione di
aprile in Italia e Francia,  nel pomeriggio l'attenzione del
mercato si sposterà dall'altra parte dell'oceano. Il dato
sull'inflazione Usa è atteso in rialzo dello 0,3% su base
congiunturale e del 4,0% in termini tendenziali, con il core
visto a rispettivi +0,2% e +2,4%.
 L'indice Nic dei prezzi al consumo di aprile in Italia ha
mostrato un incremento dello 0,2% (rivisto da 0,1%) su mese e
del 3,3% su anno. Quanto alla Francia, dal dato finale dei
prezzi al consumo armonizzati Ue per aprile emerge una crescita
congiunturale dello 0,4%, per un tendenziale annuo del 3,4%, in
linea con le stime degli economisti.
======================== QUOTAZIONI 12,20 ======================
                                 PREZZO     VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO      FGBLM8   113,77   (-0,58)
BTP 2 ANNI (MAR 10)    IT2YT=TT    99,76   (-0,18)    4,181%  
BTP 10 ANNI (FEB 18)  IT10YT=TT    99,53   (-0,50)    4,611%
BTP 30 ANNI (FEB 37)  IT30YT=TT    83,77   (-0,76)    5,144% 
========================== SPREAD (PB) =========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5      18               19       
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3      29               29       
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5      45               46    
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7      47               49       
BTP 10/2 ANNI                        43,0            47,3  
BTP 10/30 ANNI                       53,3            53,9
===============================================================