Treasury Usa in calo su timori inflazione e vendite al dettaglio

martedì 13 maggio 2008 16:03
 

NEW YORK, 13 maggio (Reuters) - Una lettura delle vendite al dettaglio di aprile migliore alle attese e la minaccia persistente di inflazione spingono al ribasso i prezzi dei titoli di Stato americani.

Il mercato sta digerendo le parole del presidente della Fed Ben Bernanke, che ha sottolineato la determinazione della banca centrale Usa a prendere misure straordinarie per iniettare liquidità nel tentativo di allentare le tensioni finanziarie.

Ma a catalizzare l'attenzione degli investitori sono soprattutto i dati macro.

"I consumatori spendono ancora, come indicano le vendite retail ex-auto", commenta Doug Roberts, chief investment strategist di Channel Capital Research a Shrewsbury, in New Jersey.

Le spese al consumo rappresentano circa due terzi dell'attività economica statunitense.

"L'inflazione, come dimostrano i prezzi import, resterà un motivo di preoccupazione e si concentrerà sulla parte lunga della curva del mercato dei Treasury", ha aggiunto Roberts.

Intorno alle 15,55 il benchmark decennale US10YT=RR retrocede di 18/32 a 100*01 con un rendimento del 3,866%, mentre il due anni US2YT=RR perde 6/32 a 99*14 e rende 2,425%.