PUNTO 1-Petrolio,tassa 'Robin Hood' non limiti investimenti - Ue

mercoledì 11 giugno 2008 17:07
 

(cambia titolo e lead, aggiunge dichiarazioni portavoce)

BRUXELLES, 11 giugno (Reuters) - La Commissione europea sta esaminando la proposta del ministro dell'Economia italiano, Giulio Tremonti, di tassare gli extra-profitti delle compagnie petrolifere e redistribuirli alle famiglie più colpite dall'aumento dei prezzi, ma l'intervento non deve inibire la capacità di investimento delle imprese del settore e deve essere temporaneo.

Lo ha detto oggi il portavoce della Commissione, Johannes Laitenberger, rispondendo a chi, durante il consueto briefing settimanale gli chiedeva se l'esecutivo Ue avesse studiato le conseguenze della cosiddetta 'Robin Hood tax' annunciata da Tremonti.

La Commissione Ue presenterà al Consiglio Ue del 19-20 giugno una comunicazione contenente indicazioni per attenuare l'incremento dei prezzi dei combustibili.

"Tutte le questioni discusse a livello nazionale ed europeo sono naturalmente prese in considerazione", ha detto Laitenberg. "Bisogna fare in modo che qualunque misura presa non abbia un effetto controproducente per esempio in termini di capacita' finanziaria per fare i necessari investimenti che servono a garantire forniture stabili nel futuro".

Stamani anche l'agenzia di rating Fitch ha detto che la proposta del governo italiano di imporre una tassa sulle società petrolifere potrebbe compromettere i progetti di investimento nel settore, mettendo pressione sulle prospettive di cash flow in un contesto di alta inflazione.

"L'efficacia di questo genere di misure viene spesso limitata dal tentativo delle compagnie petrolifere di scaricare le tasse aggiuntive sui consumatori finali", precisa l'agenzia di rating.

Una nota della Commissione dice che fra le proposte che saranno presentate al Consiglio c'è anche quella di "accettare che gli Stati membri diano un sostegno mirato, quando ciò sia giustificato, alle famiglie più colpite, fermo restando che le misure adottate per attenuare l'impatto immediato degli elevati prezzi petroliferi devono essere temporanee e non distorsive e non frenare l'adeguamento a lungo termine al rincaro dei prezzi".

Tremonti ha inaugurato il suo nuovo mandato da ministro dell'Economia annunciando interventi su banche e petrolieri a vantaggio dei cittadini. All'Ecofin della settimana scorsa il ministro ha rilanciato il suo progetto di 'Robin Hood tax' ritenendo che non vi siano impedimenti sotto il profilo della normativa comunitaria.