Treasury Usa rimbalzano dopo tono più soft Bce

mercoledì 11 giugno 2008 16:08
 

NEW YORK, 11 giugno (Reuters) - I titoli di Stato statunitensi rimbalzano negli scambi di New York in un mercato che, a livello globale, si interroga su una reazione forse eccessiva alle attese di rialzo dei tassi dopo due giorni di forti ribassi.

Secondo alcuni esponenti della Bce, i mercati hanno interpretato le recenti dichiarazioni in tema di inflazione in maniera eccessivamente aggressiva.

Juergen Stark, membro del board della banca centrale europea, ha detto che l'istituto non sta parlando di una serie di rialzi dei tassi. Sullo stesso tono Christian Noyer, del consiglio del governatori, secondo cui le aspettative dei mercati riguardo a interventi sui tassi della zona euro dopo l'estate non sono necessariamente giustificate.

Il tono più pacato sui tassi dal fronte europeo ha rasserenato anche il mercato dei bond americano, innervosito negli ultimi giorni dai commenti della Fed in tema di inflazione.

Attorno alle 16,00 italiane il titolo a due anni US2YT=RR, più sensibile alle aspettative sulla politica monetaria della Fed, segna un rialzo di 6/32 a 99*20 spingendo al ribasso il rendimento al 2,815%. Ieri, a fronte del deciso calo dei prezzi, il rendimento del due anni era balzato fino al 2,97%, ai massimi da gennaio.

Il titolo a 10 anni US10YT=RR sale di 7/32 a 98*13 e il rendimento scende al 4,06%.