PUNTO 1 - Banche, Moody's conclude esame 22 istituti, taglia Mps

mercoledì 1 luglio 2009 16:27
 

(aggiunge dettagli)

MILANO, 1 luglio (Reuters) - Il riesame del rating di 22 istituti bancari italiani, concluso oggi, ha spinto Moody's a tagliare il giudizio sulla forza finanziaria o i depositi a lungo termine di 12 istituti.

Dietro i downgrade per Moody's c'è la valutazione del probabile impatto di un contesto economico in deterioramento sul contesto operativo del sistema bancario italiano.

Tra le banche principali, il Monte dei Paschi di Siena (BMPS.MI: Quotazione) vede un abbassamento a C- da C, con outlook negaTivo, del rating sulla forza finanziaria. Quello sui depositi a lungo e il rating senior unsecured scende ad A1 da Aa3 con outlook stabile. Ridotto ad A2 da A1 con outlook stabile il rating subordinato. Promozione solo per il Credito Valtellinese (PCVI.MI: Quotazione) e la controllata Bancaperta, riflesso "della crescita di questi istituti in anni recenti e delle sempre maggiori attese di una (loro) rilevanza sistemica". I rating a lungo termine sui depositi e senior unsecured sono stati migliorati ad A3 da Baa1 con outlook stabile. Il rating subordinato è migliorato a Baa1 da Baa2 con outlook stabile.

Restano sotto osservazione i rating di otto istituti tra cui UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) e Carifirenze (ISP.MI: Quotazione).

Tra le azioni di rating che coinvolgono istituti quotati o parte di gruppi quotati si segnalano:

* Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo, gruppo Intesa Sanpaolo, vede un taglio a C da C+ con outlook stabile del rating sulla forza finanziaria.

* Per la Banca Popolare di Milano (PMII.MI: Quotazione) il rating sulla forza finanziaria passa a C- da C con outlook stabile.   Continua...