Usa, serve riforma sostanziale sistema sorveglianza - Geithner

lunedì 9 giugno 2008 18:55
 

NEW YORK, 9 giugno (Reuters) - La crisi finanziaria ha dimostrato che il sistema di sorveglianza dei mercati necessita di una riforma sostanziale rispetto all'attuale mix che genera confusione.

Lo dice il presidente della Federal Reserve di New York Timothy Garner in un intervento all'Economic Club of New York, precisando che le riforme dovrebbero essere accompagnate a livello globale da iniziative volte a rafforzare l'architettura finanziaria transfrontaliera in modo da meglio far fronte alle crisi che minacciano le istituzioni finanziarie in tutto il mondo.

"La riforma maggiormente fondamentale e necessaria a tutte le istituzioni che svolgono un ruolo di rilievo sui mercati monetario e della raccolta - compresi gli istituti di credito e le banche d'affari più attivi a livello globale - è quella di operare nell'ambito di una cornice unificata che garantisca una maggior forma di supervisione consolidata, con appropriati parametri su capitale e liquidità" si legge nel discorso del banchiere.

A parere di Geithner una riforma del sistema di supervisione dovrebbe mitigare e ridurre la necessità di futuri interventi, per quanto non sia realistico tentare di far sgonfiare prventivamente sacche di rischio o di indebitamento.

"Non credo sia ambizione desiderabile o realistica per la politica: fallirebbe e il tentativo genererebbe tali incertezze sulle regole del gioco da mettere in ombra qualsiasi possibile beneficio" osserva.

"Credo tuttavia sia possibile migliorare il sistema rafforzandone gli ammortizatori" aggiunge.

Per il presidente della Fed di New York l'attuale crisi evidenzia problemi molto significativi nei sistemi finanziari Usa e delle altre economie principali e l'innovazione è proceduta troppo oltre nel caso della conoscenza dei rischi.

Nessun sistema finanziario, conclude, sarà però mai esonerato dalla possibilità di crisi.