Monetario, nuova rob riporta o/n in area 4,25%,derivati negativi

mercoledì 9 luglio 2008 11:59
 

MILANO, 9 luglio (Reuters) - Torna a raggiungere il riferimento Bce di 4,25% il periodo overnight, allineandosi nuovamente a livelli fisiologici per il deposito a ventiquattro ore nella prima seduta del nuovo mese di mantenimento.

Viaggiano intanto con il segno meno i contratti derivati sui tassi di riferimento Uem, influenzati principalmente dalla ripresa dei listini di borsa e dei corsi del greggio a fronte di prospettive invariate sul fronte della politica monetaria.

Come quelli sul decennale tedesco, i futures sulla curva Euribor hanno in realtà toccato i minimi di seduta in corrispondenza agli ultimi commenti del banchiere centrale europeo Jean-Claude Trichet, intervenuto in mattinata al parlamento Ue riunito a Strasburgo.

"Non che il messaggio sia diverso a quello della settimana scorsa dopo il previsto rialzo dei tassi... Trichet si è limitato a ribadire che il ritocco al rialzo del costo del denaro lascia l'istituto centrale senza alcun orientamento di politica monetaria" commenta un operatore.

Rispetto a giovedì scorso quello che appare lievemente cambiato è però il clima del mercato, aggiunge, a fronte delle ultime evoluzioni delle piazze azionarie.

"Da qui a due mesi non si prospetta alcuna novità in materia di tassi da parte di Bce, Fed o Banca d'Inghilterra: le oscillazioni della 'strip' Euribor tendono così a riflettere soprattutto il movimento di borse e greggio" spiega l'addetto ai lavori.

Intorno alle 12 il futures a settembre FEIU8 cede 0,015 a 94,95, dicembre FEIZ8 frena di 5 tick a 94,845 e marzo FEIH9 perde 7 centesimi a 94,87.

Calma pienamente ritrovata sul mercato dei depositi, reduce dalla tipicamente volatile ultima seduta rob chiusasi con una media Eonia in caduta fino a 3,792%.

In attesa di conoscere la stima Bce sulla nuova dovuta il periodo overnight è indicato a 4,23% sul Mid e 4,23/28% negli over the counter.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.