Serravalle chiude 2007 con Ebitda in crescita, ma utile in calo

giovedì 8 maggio 2008 13:28
 

MILANO, 8 maggio (Reuters) - Milano Serravalle-Milano Tangenziali, la società che gestisce un tratto dell'autostrada per Genova e le tangenziali del capoluogo lombardo, ha chiuso il 2007 con valore della produzione e margine operativo lordo in leggera crescita, mentre l'utile netto ha registrato una flessione.

Il valore dalla produzione, si legge in comunicato della società guidata da Massimo Di Marco, è aumentato del 2,9%, a 191,5 milioni di euro. In particolare, i ricavi da pedaggio sono saliti del 2,4%, a 177,6 milioni.

Il margine operativo lordo è cresciuto del 2,4%, a 99,3 milioni, rispetto ai 96,968 milioni del 2006. Da notare che l'Ebitda nel 2005 si era attestato a 98,715 milioni.

Il risultato operativo è salito dell'1,5%, a 61,2 milioni.

L'utile di esercizio è sceso a 32,8 milioni dai 37,2 milioni del 2006, con una flessione dell'11,9%.

Nel corso dell'anno scorso, Serravalle ha realizzato opere sulla rete per 74 milioni, con un incremento del 48%.

L'assemblea degli azionisti ha deliberato l'assegnazione agli azionisti di un dividendo pari a 8,8 milioni di euro, in ragione di 0,049 euro per azione.

Di conseguenza, Asam, la holding che fa capo alla Provincia di Milano e che controlla il 52,901% del capitale di Serravalle, incasserà circa 4,7 milioni. Il Comune di Milano, azionista al 18,6%, riceverà un dividendo di circa 1,6 milioni.

L'assemblea ha deciso di vincolare 18,1 milioni di euro della riserva straordinaria disponibile in una riserva straordinaria per ritardati investimenti.

Milano Serravalle, nelle intenzioni dell'ente guidato da Filippo Penati, dovrebbe approdare a Piazza Affari. In un'intervista a Reuters del febbraio scorso, l'AD Massimo Di Marco ha detto di non vedere l'Ipo prima delle elezioni provinciali del 2009 e ha indicato in 1,2 miliardi di euro la valorizzazione della società.