Dpef, extragettito destinato a famiglie - Risoluzione Camera

martedì 8 luglio 2008 15:11
 

ROMA, 8 luglio (Reuters) - L'eventuale maggior gettito fiscale che il governo dovesse raccogliere sarà destinato alle famiglie.

Lo prevede la bozza della risoluzione al Dpef presentata dal Popolo delle libertà.

Il documento impegna il governo a "destinare, in attesa della riforma del regime fiscale della famiglia, il maggior gettito fiscale registratosi in corso di esercizio rispetto alle previsioni di bilancio, per la parte non assorbita da eventuali maggiori spese, alla riduzione del carico fiscale sulle famiglie".

La risoluzione chiede poi all'esecutivo a "proseguire l'azione della pereqauzione tributaria eliminando i regimi fiscali di favore e contrastando con determinazione l'elusione e l'evasione fiscale e destinando parte delle risorse così ottenute alla riduzione delle imposte sui cittadini a più basso reddito con particolare riferimento ai lavoratori dipendenti ed ai pensionati".

Nel documento il Pdl sottolinea inoltre la necessità di dare impulso alle infrastrutture e in particolare alla Tav Torino-Lione, alla quale va data "assoluta priorità".

Al punto 17 la risoluzione impegna il governo a presentare una Finanziaria 2009 che dovrà avere contenuti "strettamente attinenti al suo contenuto tipico", quindi senza misure di sviluppo o ordinamentali.

Provvedimenti collegati alla Finanziaria 2009, recita il punto 16, saranno il decreto e il Ddl sulla manovra, il Ddl sul federalismo fiscale, il ddl sul Codice delle autonomie e Roma capitale e, da ultimo, il Ddl Brunetta sull'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico.

L'aula di Montecitorio voterà la risoluzione al Dpef intorno alle 17,00. Il via libera in Senato, su un testo analogo a quello della Camera, avverrà intorno alle 18,00.