Monetario tranquillo dopo movimenti su Bce, previsto drenaggio

lunedì 7 luglio 2008 13:12
 

MILANO, 7 luglio (Reuters) - Inizio di settimana tranquillo per l'interbancario, dopo i movimenti registrati la scorsa settimana sulle parole del presidente della Bce Jean-Claude Trichet che hanno ridimensionato sul mercato dei derivati sui tassi le aspettative di una nuova stretta entro l'anno.

Gli operatori prevedono per domani un drenaggio di circa 20 miliardi dall'eurosistema da fine-tuning, data l'ormai consueta abbondante liquidità presente sull'interbancario.

"Il grosso dei movimenti è stato registrato giovedì, dopo l'intervento di Trichet. Direi che già da venerdì la situazione è stata tranquilla" dice un tesoriere.

Il mercato cash si sta preparando alla chiusura del periodo di mantenimento della riserva obbligatoria, per la quale al momento emerge un eccesso di numeri che avranno bisogno di un drenaggio da parte della Bce domani. Le stime, in base ai dati ora a disposizione, indicano la necessità di un'operazione di fine tuning di drenaggio di almeno 20 miliardi su martedì.

"Per il fine-tuning della fine del periodo ci aspettiamo un drenaggio di almeno 20 miliardi" precisa.

Poco prima delle 13 italiane il futures a settembre sull'Euribor quota 94,98 in recupero di 0,020, dicembre è a 94,900 in rialzo di 0,050, marzo 2009 è a 94,94 (+0,065), mentre giugno è a 95,015 (+0,070).

Oggi i tassi Euribor si sono mossi leggermente al rialzo, con il tre mesi EURIBOR3MD= che ha fissato al 4,960% da 4,959%, mentre la settimana EURIBORWSD= è a 4,333% da 4,277% di venerdì.

Il Tre mesi ha toccato il suo massimo dal dicembre 2000 lo scorso mese, svettando a 4,967%, livello che ha tornato a sfiorare la scorsa settimana a 4,966%, qualche ora prima che la Bce elevasse i tassi d'interesse al massimo dei sette anni.

L'overnight si mantiene sotto il 4%, scambiando fuori da Mid a 3,85-3,93 per via dell'abbondante liquidità a fronte di una media Eonia fissata venerdì a 3,941% EONIA.   Continua...