Manovra,emendamenti su Patto stabilità interno,piano casa- Vegas

lunedì 7 luglio 2008 15:37
 

ROMA, 7 luglio (Reuters) - Il governo presenterà emendamenti al decreto legge sulla manovra triennale per modificare le norme sul patto di stabilità interno con gli enti locali e le misure sul piano casa.

Lo ha detto il sottosegretario all'Economia Giuseppe Vegas intervenendo ieri in sede di replica nelle commissioni riunite Bilancio e Finanze di Montecitorio, secondo il bollettino dei lavori.

Vegas ha annunciato "l'intenzione del Governo di intervenire con proposte emendative sulla disposizione del patto di stabilità interno, al fine di definirne meglio il contenuto e di introdurre meccanismi di premialità. Analogamente il Governo ha intenzione di definire meglio anche il contenuto del Piano casa", si legge nel bollettino.

L'articolo 11 del decreto prevede che il Cipe approvi un piano nazionale di edilizia abitativa a favore delle fasce deboli. Secondo la relazione tecnica l'articolo non ha effetti negativi sui saldi di finanza pubblica dal momento che le somme in dotazione, impegnate o solo autorizzate, sono già incluse nel bilancio dello Stato.

Nel corso della discussione Vegas ha difeso la scelta di inserire la manovra in un decreto legge, poiché il governo ha "necessità di agire con urgenza" e "i regolamenti parlamentari non garantiscono ai disegni di legge ordinari tempi certi di approvazione". "Il governo agisce in una situazione di crescente difficoltà economica nazionale. Risulta pertanto indispensabile dimostrare in tempi rapidi una capacità di intervento incisiva, non perché questo di per sé offra una soluzione alla crisi economica in atto, che è di dimensioni internazionali e sfugge al controllo dei singoli Governi, ma perché quantomeno un miglioramento della struttura di finanza pubblica, intervenendo in primo luogo sulla qualità della spesa pubblica, consentirà all'Italia di dotarsi di un ombrello per ripararsi dal temporale".

Ai deputati che lamentano il livello costante della pressione fiscale nei prossimi anni, Vegas risponde che le previsioni "non tengono prudenzialmente conto del successo delle misure di sviluppo adottate dal Governo, che ove si verificherà consentirà ulteriori spazi per la riduzione della pressione fiscale".