Italia, Brunetta: manovra da 36 mld in prossimo triennio

giovedì 5 giugno 2008 18:52
 

di Stefano Bernabei

ROMA (Reuters) - Il ministro per l'Innovazione e la funzione pubblica, Renato Brunetta, prevede che le esigenze di correzione dell'Italia nel prossimo triennio siano più vicine a 36 miliardi che ai 30, inizialmente ipotizzati dal governo, per il peggioramento del quadro di riferimento.

La correzione strutturale è stimata dunque in circa 12 miliardi l'anno invece dei 10 indicati dal precedente governo e recentemente confermati anche dall'attuale ministro dell'Economia Giulio Tremonti per centrare l'obbiettivo del pareggio nel 2011.

In un incontro con le Regioni, inoltre, il governo ha indicato un peggioramento del deficit per l'anno in corso al 2,5% del Pil dal precedente 2,4%.

"Serve qualcosa di più di 30 miliardi: qualcosa come 12 di media all'anno, anche se sono ancora da cifrare. Quest'anno la congiuntura va allo 0,5%, l'anno prossimo si pensa allo 0,9-1%. Però potrebbe andare anche a 1,4%: se ci va serve meno, se va a 0,7% serve di più", ha spiegato Brunetta in un'audizione Parlamentare.

Il ministro ha confermato l'intenzione del governo di presentare prima dell'estate il piano triennale di rientro dei conti pubblici che porti al pareggio di bilancio entro il 2011, piano con il quale dovrebbe essere anticipata la Finanziaria per il prossimo anno.

Alla domanda se ci saranno misure correttive anche per il 2008, il ministro del Welfare Maurizio Sacconi ha risposto che la questione è ancora all'esame dell'esecutivo ma ha ribadito che "i conti 2008 presentano, come noto, qualche peggioramento del deficit, soprattutto alla luce del Pil".

In marzo il precedente governo aveva indicato una crescita dello 0,6% e un deficit/Pil del 2,4% per il 2008. Per il 2009 si stima invece un Pil all'1,2% a fronte di un disavanzo al 2,1%.

MANOVRA TREMONTI A FINE GIUGNO DI ANTIBIOTICI E VITAMINE   Continua...

 
<p>Alcuni parlamentari in aula alla Camera in un'immagine di archivio. REUTERS/Alessandro Bianchi</p>