Ici, Mpa voterà contro dl perchè prende risorse da Ponte stretto

giovedì 5 giugno 2008 14:51
 

PALERMO, 5 giugno (Reuters) - Prima spaccatura ufficiale della maggioranza su un provvedimento del governo: Raffaele Lombardo leader dell'Mpa ha annunciato il voto contrario sul decreto che contiene il taglio dell'Ici poiché ne contesta la copertura derivante dallo storno dei fondi per il Ponte sullo stretto di Messina.

"Noi ci schieriamo contro questa copertura finanziaria proposta dal governo Berlusconi e voteremo contro", ha detto Lombardo ai cronisti a margine dei lavori dell'Assemblea regionale Siciliana.

"Non siamo contrari allo sgravio dell'Ici e siamo noi a pilotare questa protesta. [Ma] Abbiamo fatto una manifestazione a Roma il 7 novembre [in favore del Ponte sullo stretto] e siamo pronti a farne un'altra la settimana prossima. Ho la sensazione che il presidente del Consiglio abbia colto la portata di questa manovra: mi ha sempre detto che si impegna a recuperare la finanza perché in quel momento era l'unica che poteva essere utilizzata", ha aggiunto il governatore della Sicilia il cui gruppo al Senato conta tre parlamentari ed 8 alla Camera.

"In commissione Bilancio e in aula l'Mpa voterà contro il provvedimento", ha concluso.

Il decreto sull'Ici e sulla detassazione degli strordinari ha un costo complessivo di circa 2,7 miliardi e per circa 1,1 miliardi si finanzia con lo storno di fondi provenienti dal finanziamento del Ponte sullo stretto di Messina destinati dal precedente governo ad opere infrastrutturali in Calabria e Sicilia.