Deficit paesi euro, 2010 resta obiettivo pareggio - Juncker

martedì 3 giugno 2008 13:22
 

LUSSEMBURGO, 3 giugno (Reuters) - Il numero uno dell'Eurogruppo ribadisce che la scadenza temporale per l'obiettivo di medio termine sulla correzione del disavanzo pubblico resta per i paesi euro quello del 2010.

"Siamo stati un po' fraintesi: l'impressione generale è che abbia detto ieri che la scadenza del 2010 è morta ma non è quello che intendevo dire perché i paesi membri mantengono l'obiettivo del 2010" spiega Jean-Claude Juncker a margine del consiglio Ecofin.

"Nel caso dell'Italia abbiamo un problema ben noto, dal momento che sin dall'inizio ha sostenuto di darsi l'obiettivo del 2011. La Francia ha invece spiegato che non sarà in grado di centrare l'obiettivo di medio-termine del 2010 a fronte del peggioramento della crescita" conclude.