Dpef, Tesoro aumenta di 0,1 stima pressione fiscale 2011, 2013

mercoledì 2 luglio 2008 12:33
 

ROMA (Reuters) - Nuova revisione del Dpef da parte del Tesoro. A differenza della nuova versione di pagina 29 (addizionale Ires per imprese energetiche) corretta fra il 25 ed il 26 giugno scorso senza darne notizia, questa volta il ministero ha informato della nuova revisione che riguarda tre tabelle, compresa quella del conto della Pa programmatico.

Il ministero dell'Economia ha rivisto leggermente al rialzo le stime contenute nel Dpef 2009-2013 sulle spese correnti al netto degli interessi (con conseguente correzione anche delle spese finali) e, sempre al rialzo, la pressione fiscale.

In particolare, per il 2011 si prevede una pressione fiscale in rapporto al Pil al 43,2% (rispetto al 43,1% pubblicato la settimana scorsa), mentre per il 2013 la stima è al 43% (dal 42,9%).

Per quel che riguarda le spese, cambiano di qualche centinaio di milioni quasi tutte le cifre della serie: da notare in particolare che la spesa al netto degli interessi in rapporto al Pil viene corretta al 40,3% nel 2008 (dal precedente 40,4%) e cresce al 38,8% nel 2012 (dal 38,7%).

Le altre tabelle corrette sono quella del quadro macro tendenziale e programmatico -- dove viene aggiunta una nota specificando che la manovra netta cumulata è calcolata "al lordo dei minori oneri per interessi" -- e quella dell'indebitamento e saldo strutturale dove viene corretta la curva del saldo di bilancio corretto per il ciclo nel dato del 2002.

 
<p>Una moneta da due euro in una immagine di archivio. REUTERS/Tony Gentile</p>