S&P conferma 'A+' Liguria, prevede pareggio conti sanità in 2010

martedì 1 luglio 2008 16:21
 

MILANO, 1 luglio (Reuters) - Standard & Poor's ha confermato il rating a lungo termine della Regione Liguria ad 'A+', con prospettive stabili.L'agenzia prevede inoltre che la Liguria raggiunga il pareggio dei conti sanitari entro il 2010, anche se i tagli alla sanità messi in atto dal governo potrebbero rendere tale obiettivo più difficile.

Lo comunica la stessa agenzia di rating con una nota che precisa come la valutazione rifletta "il rafforzamento del management in materia sanitaria, il disavanzo sanitario ridotto in linea con il piano di rientro siglato con il governo, il debito finanziario moderato rispetto agli standard internazionali e un'economia solida e fortemente orientata verso il settore terziario".

S&P ricorda che un disavanzo sanitario elevato e strutturale ha caratterizzato il periodo 2004-2006. Nel 2007, un anno dopo la firma del piano di rientro con lo Stato, la Liguria ha dimezzato il disavanzo al 3,4% delle entrate correnti.

Questo miglioramento, ricorda ancora S&P, si è verificato grazie a una riduzione efficiente della spesa farmaceutica e dei costi del personale e a un incremento delle entrate destinate alle sanità derivanti dallo Stato.

"Standard & Poor's ritiene che la Regione Liguria sia sulla buona strada per raggiungere il pareggio dei conti sanitari entro il 2010, come determinato dal piano di rientro stesso. La riduzione dei costi proseguirà, anche se le recenti misure messe in atto dal governo centrale, che hanno ridotto il finanziamento del servizio sanitario cui concorre lo Stato dal 2010, potrebbero rendere il raggiungimento del pareggio di bilancio maggiormente difficile".