Citi pensa offerta azioni per rimborso Tarp, tratta con governo

giovedì 10 dicembre 2009 17:53
 

WASHINGTON, 10 dicembre (Reuters) - Citigroup (C.N: Quotazione) sta trattando con il governo Usa per il rimborso dei fondi ottenuti nell'ambito del Tarp, il piano governativo di salvataggio finanziario, ma allo stato non è chiaro se un accordo sia imminente.

La banca, tuttavia, è fiduciosa e sta preparando un'offerta di azioni ordinarie da 15 miliardi di dollari. E' quanto riferiscono alcune persone vicine alla situazione.

Citigroup è una delle ultime grandi banche Usa che non ha ancora rimborsato i fondi legati al piano di salvataggio del governo ma vuole farlo prima della fine dell'anno per evitare le restrizioni che il piano comporta.

D'altro canto il governo Usa vuole essere sicuro che Citigroup sia in grado di andare avanti da sola.

Né Citigroup né il Tesoro hanno commentato le indiscrezioni.

Il ministro Timothy Geithner, interpellato sulle indiscrezioni secondo cui Citigroup intende lanciare un'offerta di azioni per rimborsare il debito nei confronti dello stato, si è limitato a dire che "è una buona cosa per il paese" che gli istituti vogliano rimborsare i fondi ottenuti.

"L'obiettivo principale è essere sicuri che quando usciamo lasciamo una posizione patrimoniale più forte e non più debole", ha però aggiunto.

Nell'ambito del Tarp, Citigroup ha ottenuto un finanziamento di 45 miliardi di dollari. Quest'anno il governo ha accettato di convertire 25 miliardi in azioni ordinarie della banca portando gli Usa al 34% circa del capitale.