PUNTO 1 - Bce non vuole cambiare regole collaterale - Nowotny

giovedì 10 dicembre 2009 14:30
 

(Aggiunge dettagli e background)

VIENNA, 10 dicembre (Reuters) - La Banca centrale europea ha regole chiare sul collaterale per le operazioni di rifinanziamento e non ha intenzione di cambiarle.

A affermarlo è stato Ewald Nowotny, del consiglio governativo della Bce, sottolineando un aspetto che potrebbe diventare importante alla luce del nuovo rating assegnato da Fitch alla Grecia nei giorni scorsi a BBB+ con outlook negativo.

"Noi abbiamo regole chiare circa il collaterale e queste regole non saranno cambiate, anche per quanto riguarda il rating dei titoli di stato che vengono accettati come collateral. Non pensiamo di cambiare" ha spiegato Nowotny.

Prima della crisi finanziaria la Bce accettava come collateral soltanto titoli con giudizio 'A-', ma ha poi deciso di abbassare il requisito a 'BBB-' per venire incontro alle banche.

L'ammorbidimento nei criteri sul rating scade alla fine del prossimo anno, rendendo scottante il problema della Grecia. Se altre agenzie di rating seguissero l'esempio di Fitch e il paese non riuscisse ad essere promosso prima della fine del 2010, il debito sovrano greco non potrebbe essere più usato in cambio dei finanziamenti Bce, una situazione potenzialmente molto grave per le banche.

Nowotny ha poi aggiunto che i timori sulla situazione finanziaria della Grecia non divideranno la zona euro e che un nuovo apprezzamento della divisa europea potrebbe creare problemi alla ripresa.

"No, non li vedo in nessun modo", ha risposto Nowotny a chi chiedeva se ci fossero rischi di una separazione dell'area euro a causa del rischio di default della Grecia.   Continua...