10 dicembre 2009 / 10:58 / 8 anni fa

PUNTO 1 - Italia a medio rischio per sostenibilità finanze - Bce

(Aggiunge dettagli bollettino)

ROMA, 10 dicembre (Reuters) - L‘Italia viene classificata tra i paesi a medio rischio per la sostenibilità delle finanze pubbliche, assieme a Belgio, Germania, Francia, Italia, Lussemburgo, Austria e Portogallo.

Lo comunica la Bce nel suo bollettino mensile di dicembre, riprendendo e commentando il rapporto sulla sostenibilità 2009 pubblicato dalla Commissione europea, che “potrebbe sottostimare la portata delle sfide della sostenibilità”.

“I rischi per la sostenibilità delle finanze pubbliche hanno registrato un aumento significativo dell‘area euro”, spiega la Bce, specificando che “la metà dei 16 paesi dell‘area euro risulta a rischio elevato in termini di sostenibilità delle finanze pubbliche”.

Tra questi ci sono Irlanda, Grecia, Spagna, Cipro, Malta, Paesi Bassi, Slovenia e Slovacchia.

La Finlandia è l‘unico paese dell‘area euro considerato a basso rischio.

“La valutazione non tiene conto esplicitamente dell‘accresciuta entità delle passività potenziali dei paesi associati alla stabilizzazione del sistema bancario durante la crisi attuale, il che significa che potrebbe sottostimare la portata delle sfide per la sostenibilità”, spiega la Bce.

Per la valutazione complessiva per la sostenibilità sono stati considerati come fattori sottostanti la correzione del saldo primario strutturale necessaria a stabilizzare il rapporto debito/Pil data la posizione iniziale di bilancio e quella necessaria a compensare la variazione nel lungo termine del saldo primario dovuta all‘invecchiamento.

Nella valutazione sono stati ulteriormente compresi il rapporto debito/Pil e la pressione fiscale.

“Sebbene siano soggetti a un grado elevato di incertezza e non tengano conto delle misure di risanamento programmate, i risultati offrono evidenza di un rapido aumento dei rischi per la sostenibilità delle finanze pubbliche. In particolare, per effetto della crisi finanziaria e del rallentamento economico, le posizioni iniziali di tutti i paesi sono già notevolmente peggiorate”, commenta il bollettino.

Tra i paesi che hanno visto la loro valutazione peggiorare rispetto all‘ultimo rapporto sulla sostenibilità datato 2006, sono stati classificati a categoria di rischio superiore Irlanda, Spagna, Cipro, Malta, Paesi Bassi, Austria e Slovacchia. Migliora solo il Portogallo che scende da alto a medio.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below