Parole Draghi riferite a grandi gruppi internazionali - Faissola

mercoledì 9 dicembre 2009 16:34
 

ROMA, 9 dicembre (Reuters) - Il governatore della Banca d'Italia e presidente del Financial Stability Board, Mario Draghi, non aveva in mente le grandi banche commerciali italiane quando ieri ha detto che esiste il pericolo che l'aumento dei tassi arrivi prima che le banche abbiano riaggiustato i loro bilanci.

Lo ha detto il presidente dell'Abi, Corrado Faissola, parlando con i giornalisti a margine di un'audizione al Senato.

A Faissola è stata chiesta una valutazione dell'allarme lanciato ieri da Draghi. Faissola ha risposto: "I tassi sono destinati a salire appena l'economia si rimetterà in moto. Credo che Draghi si riferisse ai grandi gruppi internazionali perchè le banche commerciali italiane non traggono vantaggi dagli attuali bassi tassi".