Mariella Burani, non probabile accordo con banche prima di 16/12

mercoledì 9 dicembre 2009 10:35
 

MILANO, 9 dicembre (Reuters) - Allo stato attuale, il Cda di Mariella Burani Fashion Group MBFG.MI non ritiene probabile che venga raggiunto l'accordo di ristrutturazione del debito con le banche prima dell'assemblea straordinaria del 16 dicembre prossimo.

Lo comunica una nota della società di moda e lusso emessa oggi dopo che ieri si è tenuta una nuova riunione del consiglio.

In mancanza dell'accordo, come più volte ricordato in passato dalla società, l'azionista di maggioranza, la famiglia Burani, potrebbe decidere di rinunciare ad aderire all'operazione di ricapitalizzazione aprendo così la strada a una eventuale procedura concorsuale.

La nota ricorda che continuano a tenersi incontri tra la società e le banche creditrici e finora vi è stato un "confronto costruttivo su una preliminare ipotesi di ristrutturazione del debito".

A fine novembre, in un'intervista a Reuters l'AD Gabriele Fontanesi si era dichiarato fiducioso su un accordo di massima con le banche entro il 16 dicembre e un'intesa definitiva entro fine anno.

Il 16 dicembre è in programma la terza convocazione dell'assemblea straordinaria per la ricapitalizzazione e il ripianamento delle perdite.

Nel caso venisse raggiunto l'accordo dopo il 16 dicembre, la nota ricorda che è possibile la convocazione di una nuova assemblea che potrebbe tenersi, come già annunciato, a gennaio.